Pietra Montecorvino a Mediteatro

Sabato 17 marzo 2012 presso la Sala Ricevimenti dell’Hotel Alba del Gargano

La nave di Mediteatro pronta a fare scalo nel sesto dei suoi sette porti. Sabato sera il palco allestito presso la Sala Ricevimenti dell’Hotel Alba del Gargano vedrà esibirsi le melodie mediterranee e la voce graffiante di Pietra Montecorvino. “Italiana”, questo il titolo dello spettacolo che l’artista partenopea porterà in scena a Mattinata, un evidente richiamo al suo ultimo lavoro discografico. Un volo musicale che sfiora i cantautori celebri del recente passato, da Tenco a Battisti a Modugno, e ancora Buscaglione, Sergio Endrigo, Bruno Martino, Adamo, Balsamo, Gino Paoli.

Il delegato alla cultura Giuseppe Aulisa: “Dopo lo straordinario successo di pubblico registrato con Eugenio Bennato, la nave di Mediteatro molla gli ormeggi e salpa alla volta del suo sesto approdo. La barra dritta verso Sud, in attesa di regalarsi le emozioni degli ultimi due spettacoli che puntellano la sua rotta mentre l’aria lasciata da Eugenio Bennato profuma ancora di Mediterraneo. Sabato scorso abbiamo vissuto una serata straordinaria, per la quale mi sento in dovere di ringraziare non soltanto il magistrale interprete che abbiamo ospitato sul palco ma l’intero pubblico che per l’ennesima volta ci ha regalato un affetto indescrivibile. Sabato portiamo in scena le sonorità mediterranee di Pietra Montecorvino, un’artista ricca di talento, un appuntamento che a livello personale attendo con più ansia dei precedenti”. Matteo Sansone responsabile di Ethnica: “Pietra Montecorvino ci guiderà con mano attraverso la canzone d’autore italiana e lo farà con lo stile unico ed inconfondibile che le è proprio. Le sue sonorità sono un evidente richiamo alla tradizione mediterranea, il suo profilo artistico racchiude il senso della nostra rassegna teatrale”.

Pietra Montecorvino esordisce nel 1983 come protagonista accanto a Renzo Arbore e Roberto Begnini nel film “F.F.S.S”, nel quale interpreta la famosissima canzone “SUD”, inno allo spirito e al carattere meridionale. La sua carriera cinematografica la vedrà successivamente impegnata nei film “LA CIORTA DI FELICIELLO” del regista Mario Franco, “CAVALLI SI NASCE” con Davide Riondino e Paolo Hendel, del regista Sergio Staino.

Nel 1991 esce il suo primo album “SEGNORITA” scritto per lei dai fratelli Edoardo ed Eugenio Bennato; la qualità del disco “pensato” apposta per lei, segnala Pietra agli organizzatori del Premio Tenco che l’invitano, alla fine dell’agosto 1991, alla “Rassegna della canzone d’autrice” al Teatro Romano di Verona. In questa occasione, le sue straordinarie doti di interprete conquistano il pubblico e i critici presenti, che la collocano tra le trionfatrici della manifestazione accanto a Mercedes Sosa e Ute Lemper. Nel 1992 partecipa al FESTIVAL DI SANREMO, in coppia con Peppino di Capri, cantando “FAVOLA BLUES”. Nel 1993 viene pubblicato il suo secondo album “VOCE DI PIETRA” di autori vari.

Nel 1995 è al fianco di Peppe Barra come protagonista nell’opera teatrale “LA CANTATA DEI PASTORI” regia di Peppe Barra. Nel 1996 la ritroviamo nell’originale spettacolo “MALAMUSIK” regia di Eugenio Bennato, con cui Pietra approda alla contemporanea musica napoletana dei vicoli, la Malamusik dei nostri giorni.

Nel 1998 la ritroviamo impegnata nel progetto, sempre di Eugenio Bennato,”MALANAPOLI”, in cui convivono brani di repertorio classico napoletano, quali “Oi vita mia”, “o’ sole mio” e “Malafemmena”e brani popolari di interpreti contemporanei a partire degli anni ’80, incluso Nino D’Angelo, Pino Daniele e gli Almamegretta registra in coppia con Roberto Murolo la canzone “Resta cu mme” di Domenico Modugno.

Nel 1999 monta il suo primo spettacolo interamente ideato e diretto da lei “Neapolitan Tango”: un recital vero, sanguigno e al tempo stesso poetico, che traccia l’asse Napoli-Buenos Aires ripercorrendo la migliore espressione musicale del Novecento attraverso suoni ed umori capaci di azzerare distanze oceaniche.

Gli anni 2000 la vedono impegnata in numerosi progetti di successo. Nel 2008 è ospite a Sanremo di Eugenio Bennato nel brano Grande Sud. Nel 2009 esce “ITALIANA”, un volo musicale che sfiora i cantautori celebri del recente passato, da Tenco a Battisti a Modugno, e ancora Buscaglione, Sergio Endrigo, Bruno Martino, Adamo, Balsamo, Paoli. La raccolta comprende un brano inedito e autobiografico di Pietra scritto in collaborazione con Eugenio Bennato, che è anche il responsabile della direzione musicale del progetto.

Nel 2010 è tra le protagoniste del film “Passione” di John Turturro uscito in tutte le sale cinematografiche d’Italia. Nell’ ambito di questo film Pietra canta tre canzoni “Nun te scurda “con Raiz, “Dove sta Zazà” e “Come facette mammeta”. A Settembre 2010 riceve il Premio “Sele D’oro”, a Novembre il Premio Festival del Cinema di Salerno per “Passione”. Sempre a Novembre nuovo concerto in Spagna al Festival “Son del mundo” Valladolid. A Dicembre riceve il Premio Capri Hollywood per “Passione” ed il Premio alla carriera “Premio Carosone”.

Cerca

Settembre 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Ottobre 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta