Comunicato dell’Associazione “Sentimento Meridiano”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente nota stampa

Cittadini di Mattinata,
in seguito al comunicato del Comitato Organizzatore dell’anniversario per i 150 anni dall’unità d’Italia, noi dell’associazione “Sentimento Meridiano” vorremmo chiarire alcuni aspetti che con rammarico ci accorgiamo non essere sufficientemente espliciti.

L’associazione “Sentimento Meridiano” non è un’associazione neoborbonica, non ha alcun fine politico o antipolitico e nessun pensiero irrealisticamente anti-unitario.

Si tratta di una associazione culturale che ha, come da statuto costitutivo, l’unico obbiettivo di ridare dignità storica ad un territorio che ancor oggi, a distanza di 150 anni, non conosce le sue reali origini. Siamo fermamente convinti che l’intera attività dell’associazione sia perfettamente complementare e anche indispensabile alla creazione di una vera unità nazionale. Riportare alla luce la vera identità, le reali potenzialità e risvegliare un pizzico di orgoglio dei cittadini meridionali non può che rappresentare uno stimolo di crescita e riduzione dell’attuale divario economico e culturale tra Sud e Nord che rappresenta oggi la principale causa di divisione.

E’ logico asserire che con un’Italia a due velocità non c’è futuro.

Si precisa che lo stesso Dott. Romano, relatore della Conferenza di Domenica 3 Marzo, in quanto dirigente della Protezione Civile della Provincia di Latina è un funzionario dello Stato Italiano.

Tutta l’attività dell’associazione ruota attorno alla passione degli associati ed al loro amore per la nostra terra oltre che alla indiscussa abilità nel riportare alla luce documenti reali direttamente dagli archivi di stato e da altri archivi pubblici.

In 40 anni di ricerca del dott. Romano e di altri storici sono emerse verità contrastanti con ciò che è stato raccontato dalla storiografia ufficiale. Visto il Sud Italia oggi, abbiamo ragione di credere che tali falsità siano state create ad arte per tenere noi meridionali lontano dalla propria identità e radici storiche rendendoci culturalmente succubi di un’altra parte del paese.

Oggi il Sud Italia soffre di una malattia molto grave. Migliaia di giovani ogni anno decidono di emigrare al nord, cosa mai avvenuta prima dell’unità d’Italia. Ciò avviene perché da quando siamo bambini ci convincono che il Sud sia una terra maledetta da sempre e che l’unica alternativa per essere felici è andar via.

Riscoprire le nostre radici storiche, la nostra identità e il nostro orgoglio riteniamo che restituisca la voglia di fare, restare e la speranza per il futuro della nostra terrà.

Riteniamo che fare cultura, approfondire, fare ricerca non possa far altro che far crescere il livello culturale e la coscienza sociale delle persone. Ciò che porta, secondo noi, all’abbassamento culturale è la disinformazione e l’oscuramento della verità.

L’associazione “Sentimento Meridiano” vuole inoltre sottolineare che la stessa Costituzione dello Stato Italiano sancisce l’uguaglianza dei cittadini e la libertà di espressione. Principi scrupolosamente rispettati in tutte le manifestazioni organizzate ed a dispetto di quanti invece desidererebbero che la “storia documentata” rimanesse “occultata”.

Al termine della relazione presentata dal Dott. Alessandro Romano verrà dato, come di consueto, ampio spazio al libero scambio di opinioni e la possibilità di ulteriori richieste di chiarimento.  

Siamo convinti che strappando i manifesti nelle ore notturne non sia il miglior modo di fare cultura e informazione.

  • Associazione Sentimento Meridiano
Cerca

Settembre 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Ottobre 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta