Centro raccolta di rifiuti, il progetto che divide

Le minoranze chiedono di annullare la delibera. E al sindaco dicono: ‘Convoca subito il consiglio’

La convocazione d’urgenza del consiglio comunale e il contestuale annullamento della delibera sul progetto relativo al centro raccolta dei rifiuti sono stati chiesti con una lettera al sindaco dai consiglieri di minoranza Angelo Perna, Giuseppe Prencipe, Francesco Paolo Prencipe, Raffaele Latino e Michele Prencipe.

A seguito dell’insediamento dell’amministrazione da Lei guidata il progetto suddetto è stato collocato su un terreno ubicato nel quartiere Madonna Incoronata in area confinante con il palazzetto dello sport ed in prossimità di civili abitazioni”, ossia – sostengono i consiglieri – “in aree per attrezzature urbane di uso pubblico con la previsione specifica di campi di gioco”.

L’anzidetta collocazione – continuano – avversata dalla stragrande maggioranza della popolazione, è mutata a seguito dell’individuazione da parte dell’amministrazione di  un’area di proprietà privata nelle vicinanze del depuratore. Il prezzo di esproprio del suddetto terreno di mq 2.124 comporta una spesa pari ad euro 61.360 che sarà pagata con i proventi derivati dall’alienazione degli immobili comunali. Dalla lettura dei documenti e degli atti, che ci è stata possibile effettuare in maniera accurata solo dopo il Consiglio comunale del 19.10.2012 da Lei convocato d’urgenza, quindi in mancanza di un tempo sufficiente ad analizzare una pratica così articolata, è emerso che il prezzo di esproprio stimato in euro 61.360 si articola nelle seguenti  voci: 3.109 di indennità in base di esproprio; 1.554 per maggiorazione del 50%; 700 indennità per registrazioni volture, ecc; 59.191 indennità per eventuale distruzione di manufatti, ecc; 5,40% di deprezzamento per vetustà.

E’ del tutto evidente che la scelta poco trasparente di pagare la maggiorazione di euro 59.191 per il terreno individuato, rispetto al valore di un fondo di analoghe caratteristiche il cui costo è pari a euro 5.364, non garantisce affatto la corretta ed economica gestione delle risorse pubbliche, l’imparzialità ed il buon andamento dei servizi e la trasparenza dell’azione amministrativa”.

I consiglieri concludono invitando il sindaco – “anche al fine di evitare ricorsi alla Magistratura, a convocare con urgenza il Consiglio comunale per annullare la delibera del 19.10.2012”, che sostengono essere “illegittima e gravemente dannosa per le finanze pubbliche”.

 


  • Francesco Bisceglia
Cerca

Maggio 2022

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Giugno 2022

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta