'Mediteatro' Arte in Navigazione

Rassegna teatrale organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Mattinata e dall’Associazione Culturale Ethnica
2 Febbraio 2012
MEDITEATRO Arte in Navigazione
MEDITEATRO Arte in Navigazione

Al via la I edizione di MEDITEATRO, rassegna teatrale organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Mattinata e dall’Associazione Culturale Ethnica, sette imperdibili appuntamenti con la prosa, la musica, il cabaret. “Arte in Navigazione”, questo il sottotitolo che gli organizzatori hanno coniato per il cartellone di questo primo anno, a testimoniare ed evidenziare il filo logico che tiene assieme gli spettacoli che si susseguiranno nei mesi di febbraio e marzo.

Uno slogan che verrà rinnovato ogni anno – afferma il consigliere delegato alla cultura Giuseppe Aulisaconformemente alla differente connotazione che la manifestazione assumerà”. La rassegna aprirà i battenti l’11 febbraio con la commedia “Non è vero ma ci credo” di Peppino De Filippo, che verrà portata in scena dalla Compagnia Teatro Stabile Città di Manfredonia e vedrà susseguirsi sul palco del teatro artisti di livello locale, nazionale ed internazionale. Il 18 sarà difatti la volta dell’istinto unico di James Senese, padre del neapolitan power, e Napoli Centrale, il 25 febbraio andrà in scena il Teatro La Maschera con la commedia “Non ti pago” di Eduardo De Filippo, il 3 marzo sarà quindi la volta dei comici di Colorado e Made in Sud – Doppia Coppia, Mino Abbacuccio e Pasquale Palma – con il loro spettacolo “Ridi che ti passa”. Il 10 marzo il sipario si aprirà allo straordinario talento di Eugenio Bennato, fondatore del movimento Taranta Power, il 17 si esibirà quindi Pietra Montecorvino in “Italiana”, uno spettacolo che si annuncia ricco di novità e sperimentazioni ed infine chiuderà la rassegna la Compagnia Teatrale L’Airone che porterà in scena la commedia “Madònna Mèje” di Matteo Guerra.

Abbiamo inteso avviare questo progetto – sostiene il consigliere delegato alla cultura – con l’obiettivo di restituire a questo paese un clima di fermento culturale di cui ha bisogno per poter guardare a se stesso ed al proprio futuro con rinnovato fervore. La rassegna teatrale che abbiamo organizzato non rappresenterà un unicum ma costituirà un appuntamento stabile dell’inverno mattinatese e va ad inserirsi all’interno di un progetto più ampio che stiamo portando avanti con Matteo Sansone, teso a valorizzare ogni singola stagione dell’anno attraverso il recupero e la promozione degli elementi connaturati alla nostra identità. In questa prima edizione abbiamo l’onore di ospitare artisti di livello assoluto tenuti assieme da un filo logico sintetizzato dal titolo che abbiamo scelto e che avremo modo di spiegare nei giorni a venire. Mi preme ringraziare di cuore tutti coloro i quali, in questi giorni, hanno accompagnato con grande entusiasmo l’uscita del progetto, un segno di apprezzamento che ci conforta per il lavoro svolto e che ci spinge ad andare avanti con rinnovato slancio lungo il cammino intrapreso”.

Così Matteo Sansone, responsabile dell’Associazione Culturale Ethnica: “In questa prima settimana di promozione della manifestazione abbiamo ottenuto un ottimo livello di riscontro a testimonianza del fatto che il lavoro compiuto con il delegato alla cultura, con cui vi è piena sintonia di idee e col quale abbiamo avviato ormai da un anno una stretta e proficua collaborazione, viene apprezzato dalla cittadinanza. Mi preme sottolineare che alcuni degli artisti che si esibiranno porteranno sul palco progetti e/o lavori nuovi, che avremo l’occasione di toccare con mano in anteprima. Si tratta di James Senese che con Napoli Centrale, formazione storica della musica neapolitan power, presenterà il suo nuovo lavoro discografico dopo un’assenza di qualche anno dal panorama musicale italiano, Pietra Montecorvino che con “Italiana” porterà in scena un omaggio alla canzone d’autore italiana, un progetto nato con lo stile unico e le caratterizzazioni tipiche dell’artista. Eugenio Bennato presenterà infine il suo nuovo progetto artistico che sta portando con successo in tutta Italia, progetto in cui la struttura acustica asciutta rappresenta la chiave con cui vengono reinterpretati i grandi successi del passato”.

La campagna abbonamenti è partita da qualche giorno e segna già un andamento più che positivo. Per gli abbonamenti è possibile rivolgersi direttamente al delegato alla cultura Giuseppe Aulisa o al responsabile dell’Associazione Culturale Ethnica Matteo Sansone o, in alternativa, recarsi presso i punti vendita allestiti presso: Bar Coppa di Cuoco, Cose Così, Nuove Coordinate.

Buon Teatro a tutti!

 

Foto