Il Gargano locomotiva di Puglia: record di arrivi anche nel 2008

La Capitanata supera con il 14% in più il turismo del Salento

La Capitanata continua a trainare il turismo «made in Puglia», nonostante la crisi (già avvertita sulla coda dell’estate 2008) e pur in presenza di difficoltà strutturali ad esempio, la viabilità. Lo afferma, in una nota, l’assessore provinciale al Turismo, Nicola Vascello, secondo il quale il comparto turistico della provincia di Foggia si conferma anche per il 2008 trainante per tutto il sistema turistico pugliese e spina dorsale per l’intera economia di Capitanata.

Entrando nel merito dei dati, tra le cinque province quella foggiana ha fatto registrare nel 2008 il maggior incremento di arrivi (14%) e di presenze (7%), superando il Salento di 600.000 presenze e di 250.000 arrivi. Questo comparto economico – rileva a tal proposito l’assessore provinciale al turismo – è oggi trainante per l’economia dell’intera provincia, non conosce crisi in un contesto di recessione generale, anzi è in continua crescita.

Il Gargano e gli altri territori turisticamente rilevanti della provincia di Foggia offrono una performance storica in termini di arrivi e presenze. Alla luce di questi dati – continua Vascello – è d’obbligo una riflessione: abbiamo molte scelte importanti per il futuro, a cominciare dalla costituzione dei Sistemi Turistici Locali, strumento utile a guidare i processi di sviluppo di un settore complesso e variegato come quello turistico, che potrebbe consentire il superamento delle tante diversità del nostro territorio. E’ necessario, però, evitare inutili sovrapposizioni e tentare di ottimizzare le esigue risorse a disposizione degli enti locali. Questo comparto economico – aggiunge l’assessore provinciale al Turismo – ha ancora ampi margini di crescita, perché ci sono tanti prodotti turistici che ancora non vengono commercializzati o vengono commercializzati parzialmente, come il turismo congressuale, naturalistico e quello legato alla cultura e all’enogastronomia.

Oggi con quasi 4.500.000 presenze e le oltre 7.000 unità occupate, senza considerare l’indotto, il settore turistico si configura come l’unica vera grande industria presente sul territorio provinciale. Un settore che potrebbe vedere incrementare i suoi numeri con l’attivazione dei voli charter dal “Lisa”, legati soprattutto al flusso di pellegrini che si recano da San Pio.

  • Gazzetta del Mezzogiorno
Cerca

Maggio 2022

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Giugno 2022

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta