Al Parco del Gargano il ''Premio Rinnovabili'' di Legambiente

La consegna del riconoscimento, si è svolta questa mattina a Roma presso l’Auditorium GSE, nell’ambito di ''Comuni Rinnovabili''
11 Maggio 2016

L’ innovativo impianto integrato geotermico-solare e il sistema di efficientamento energetico di cui è dotata la nuova sede del Parco del Gargano, che sarà inaugurata entro il 2016, hanno indotto Legambiente e Federparchi ad assegnare all’Ente il Premio “Parchi per le Rinnovabili” . La consegna del riconoscimento, si è svolta questa mattina a Roma presso l’Auditorium GSE, nell’ambito di “Comuni Rinnovabili”, lo storico Rapporto sulla diffusione delle energie rinnovabili in Italia curato da Legambiente.
“Siamo davvero lusingati di ricevere questo premio – dichiara il Presidente del Parco Stefano Pecorella- perché rappresenta una conferma per il nostro Ente che si candida a diventare un modello virtuoso per tutta l’Europa su un tema strategico come quello delle energie pulite. Risparmiare sui costi del riscaldamento dovrebbe spingere tutte le istituzioni pubbliche a ricercare soluzioni innovative. Poter realizzare, ad esempio, piccoli impianti geotermici o a biomasse nelle aree interne del Parco Nazionale del Gargano, in favore di chi vive e produce reddito con sempre maggiori difficoltà, sarebbe un risultato assolutamente positivo ed incoraggiante”.
Con un intervento per parte finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e per parte con fondi dell’Ente Parco ( per un valore di 1 milione e 300 mila euro) è stato realizzato un sistema all’avanguardia grazie al quale sarà possibile avere calore con cui riscaldare l’edificio durante l’inverno e rinfrescarlo durante l’estate, oltre a produrre acqua calda durante tutto l’anno, eliminando così i costi e le emissioni connesse all’uso dei combustibili fossili.