La giunta fissa i criteri per gli spazi pubblici

Approvata una delibera con gli indirizzi per l'ufficio tecnico
2 Maggio 2016
Villa Comunale
Villa Comunale

La giunta comunale ha emanato una direttiva in materia di esercizio del commercio su aree pubbliche con concessione dei posteggi  e dei chioschi. Nella delibera si richiamano anche i criteri stabiliti Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 24 gennaio 2013 per l’applicazione della proroga delle concessioni al 2017. L’amministrazione comunale evidenzia che, con specifico riferimento al comparto del commercio su area pubblica, il decreto legislativo 59 del 2010 ha previsto che, con intesa in sede di Conferenza unificata, sono individuati i criteri per il rilascio e il rinnovo della concessione dei posteggi per l’esercizio del commercio su aree pubbliche e le disposizioni transitorie da applicare nel rispetto dei principi della pienezza della libertà di impresa e della libertà di concorrenza.

La delibera stabilisce che l'assegnazione delle concessioni dei posteggi per l'esercizio del commercio su aree pubbliche debba avvenire mediante l'espletamento di procedure di selezione atte a garantire l'assoluta imparzialità e la parità di condizione per la globalità dei soggetti coinvolti. Viene sottolineato dalla giunta Prencipe come il documento approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province preveda che "al fine di evitare eventuali disparità di trattamento tra i soggetti le cui concessioni di posteggi nei mercati e nelle fiere sono scadute prima della data di entrata in vigore del Decreto 59 del 2010, e che hanno, quindi, usufruito del rinnovo automatico, ed i soggetti titolari di concessioni scadute successivamente a tale data che non hanno usufruito di tale possibilità, si applicano, in fase di prima attuazione, alcune disposizioni transitorie: le concessioni scadute e rinnovate (o rilasciate) dopo l’8 maggio 2010 sono prorogate di diritto per sette anni da tale data, quindi fino al 7 maggio 2017 compreso; le concessioni che scadono dopo l’entrata in vigore dell’intesa della Conferenza unificata (5 luglio 2012) e nei cinque anni successivi sono prorogate di diritto fino al 4 luglio 2017; le concessioni scadute prima dell’entrata in vigore del Decreto n. 59 del 2010 e che sono state rinnovate automaticamente mantengono efficacia fino alla naturale scadenza prevista al momento di rilascio o di rinnovo.

La giunta ha “considerato che all'interno del Comune di Mattinata, oltre alle attività di commercio su aree pubbliche con posteggio, vengono svolte in chioschi anche attività artigianali di produzione e vendita di alimenti nonché attività di vicinato di vendita di fiori, ecc., che pur facendo riferimento a normative diverse, esercitano l'attività su area pubblica in virtù di concessioni pluriennali”. E, si legge nella delibera approvata, “il Ministero dello sviluppo economico ha affermato che per le attività esercitate in chioschi su area pubblica, si applicano le stesse disposizioni”. Pertanto ne consegue che  questi principi e  criteri sono applicabili “anche alle concessioni per attività economiche esercitate in chioschi su area pubblica”.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno