La luna aggira il mondo e voi dormite (Matteo Salvatore)

Nota stampa della coalizione di maggioranza Mattinata riparte
20 Dicembre 2014

Il Pd di Mattinata, evidentemente affetto dalla sindrome del blocco dello scrittore, quando è a corto di fantasia tira fuori dal cilindro uno dei suoi cavalli di battaglia.


Passato il turno degli imprenditori e delle partite IVA, questa volta tocca ai medici di base, alle associazioni e ai fumi tossici.
Più che dei fumi nella piana qualcuno dovrebbe preoccuparsi della fumosità delle proprie argomentazioni, ancora una volta tese esclusivamente ad avvelenare senza ragione il clima sociale del paese.


Pesa probabilmente lo stato di confusione di chi si barcamena tra le vicende politiche di Mattinata e quelle di Manfredonia, e non ha evidentemente contezza dei provvedimenti GIA’ adottati da questa Amministrazione sul tema.
Facciamo un po’ di ordine. In data 12 DICEMBRE 2014 il Sindaco emanava un’ordinanza sindacale (Ordinanza n° 13 del 12/12/2014) per regolamentare le attività di bruciatura dei materiali, vegetali e non, nelle aree limitrofe al centro abitato.
La differenza notevolmente migliorativa rispetto a quanto fatto in precedenza consiste nell’AMPLIAMENTO della zona di divieto, ora estesa all’INTERA PIANA e ad un’AMPIA ZONA COLLINARE retrostante (vedi immagine).


Senza parlare delle diverse alzate di ingegno di chi ci ha preceduto, tra cui si ricorda la richiesta/ordine all’ARPA di installare una centralina per monitorare i fumi nella piana, posizionata in località Madonna Incoronata (???), probabilmente più funzionale a riprendere gli uccelli in volo che a fare altro. Data la complessità degli interessi in gioco, questo miglioramento è stato possibile solo grazie al confronto costruttivo con i diversi attori sociali a vario titolo coinvolti, che questa Amministrazione ha inteso promuovere sin dall’inizio per ottimizzare il risultato finale.


Attori tra cui figurano, in prima linea, proprio quei medici di base e l’Associazione “Salute e Benessere”, tra i cui componenti c'è proprio l’Assessore ai Lavori Pubblici Anna Giulia Quitadamo, ingiustamente messi alla gogna dal manifesto del Pd, a cui oggi ci sentiamo di dire GRAZIE per il contributo offerto e per il senso di responsabilità dimostrato.
Il tema dei fumi nella piana, così come altri temi che vedranno varie categorie sociali e diversi interessi legittimi egualmente coinvolti, saranno affrontati da questa Amministrazione con l’unico strumento conosciuto: DIALOGO E CONFRONTO. Qualità ignote all’Amministrazione precedente, che con atteggiamento di sufficienza e fare autoritario dispensava ordini e giudizi divini su tutto e tutti.

Mattinata Riparte