Un Grazie a voi tutti, amici del Pentagono

Mimmo Ciuffreda ringrazia e saluta tutti i compagni dell'associazione sportiva di Mattinata
21 Aprile 2009
ASD Pentagono
ASD Pentagono

Al termine della stagione agonistica ho deciso di appendere le ginocchiere al chiodo. E’ stata una scelta sofferta ma ponderata a lungo, le mie 39 primavere si fanno sentire ed anche se la testa c’è, il fisico ormai ha detto stop soprattutto le mie ginocchia. Si conclude un percorso di vita sportiva bellissimo, ricco di soddisfazioni ma anche con qualche infortunio grave ed interventi chirurgici, che non hanno mai scalfito minimamente la voglia di giocare anche con qualche sofferenza.

L’amore verso questo sport è stato, è e sarà totale. Nonostante il mio lavoro, ho sempre cercato di trovare del tempo per il volley, anche durante le ultime stagioni avendo una moglie ed una figlia. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che mi hanno fatto conoscere ed amare la pallavolo e coloro con cui ho condiviso questa passione. In primis mia moglie e mia figlia che hanno sempre sopportato con comprensione le mie assenza durante le trasferte, nonostante tutta la settimana fossi via per lavoro. Non posso dimenticare colui che mi ha introdotto al volley e che ha coltivato il mio talento con qualche meritata reprimenda: il mio caro amico Gioacchino Amicarelli, con lui sono diventato un palleggiatore al servizio della squadra ed ho imparato a disciplinare il mio poco genio e la tanta sregolatezza, la persona ideale per coltivare i giovani giocatori. E poi i miei compagni di gioco più cari e leali che abbia mai avuto: Antonio Gentile e Michele Bisceglia.

Come dimenticare i miei primi anni in C1 trascorsi con Antonio a Manfredonia, nella compagine Volley De Nittis, grazie alla sua pazienza e tranquillità, dopo un avvio difficile caratterizzato da un grave infortunio, mi ha aiutato a districarmi in un ambiente non facile come quello. Poi in quella stagione trionfale del campionato di serie D 94/95 terminato con la promozione in serie C, ed infine quest’anno dove mi ha concesso di giocare nonostante il mio lavoro ed il poco allenamento, grazie Antonio compagno di tante battaglie. Secondo solo per ragioni anagrafiche il mio amico Michele Bisceglia, l’opposto che tutti i palleggiatori vorrebbero, palle alte solo dalla 2^ linea e gioco sempre veloce contromano, uno dei pochi giocatori che ho conosciuto, capaci di vincere una partita praticamente da solo, come nel lontano dicembre ‘94 durante l’incontro Masi Foggia – Pentagono Mattinata (2-3), sotto di 2 set il Pentagono, Michele, prese letteralmente a pallonate tutta la squadra foggiana anche dalla 2^ linea, portandoci al successo. Ma non solo un ottimo giocatore ma sapiente e prezioso dirigente, di cui l’ASD Pentagono non potrà fare a meno per il futuro, grazie di cuore Michele.

Un saluto ed un abbraccio affettuoso al caro Michele Minuti, che l’anno scorso ha chiuso come me con il volley, non ho mai visto nessuno così calmo in una partita sotto per 14 a 9, disarmante e martello stratosferico, quando gli servivo una alzata sapevo che il punto era in cassaforte. Un ringraziamento doveroso al Presidente Antonio Amicarelli, punto di riferimento dello sport mattinatese, senza di te Antonio non avrei rimesso in asse le mie martoriate ginocchia, mandate i vostri figli al palazzotto cresceranno in un ambiente con sani principi etici e sociali.

Ho avuto l’onore di giocare con tanti bravi giocatori ma voglio dedicare un pensiero ed un consiglio ai bravi atleti con cui ho avuto l’onore di giocare in questa stagione, che dopo 13 anni hanno riportato in alto il volley mattinatese.
A Gianfranco Gentile , continua cosi devi solo convincerti dei tuoi mezzi tecnico fisici, per me sei un giocatore da categoria superiore.
A Sergio Dirodi, madre natura ti ha fornito di un fisico adatto per la pallavolo non sprecarlo, se tu vuoi, diventerai un vero giocatore universale.
A Leo Ciuffreda (per gli amici Trentalange) per uno che ha giocato sempre a basket sei un miracolo per ciò che hai fatto vedere in campo in questi anni, il tuo muro è invalicabile.
A Lorenzo Minuti, anche se ci siamo scontrati in passato perché sapevo che puoi fare meglio, un grazie per non avermi fatto correre troppo per alzare, l’anno prossimo voglio vederti autoritario in ricezione come un libero deve essere, tu lo puoi diventare.
A Aldo Ciuffreda, i tuoi limiti sono solo fisici non tecnici, con qualche kg in meno sarai il martello del futuro, in campo non posso dirtele certe cose ma lo sai che ti stimo.
A Michele Armillotta, l’uomo spogliatoio che ogni allenatore vorrebbe, continua ad allenarti così e sarai un ottimo opposto, anche se credo che tu possa essere un bravo palleggiatore.
A Luigi Prencipe, gli infortuni temprano e non bisogna abbattersi, continua cosi con quella elevazione e con un pò di allenamento in ricezione sari un ottimo martello ricevitore.
A Raffaele Prencipe, perseverare, hai tutto per diventare un ottimo giocatore e poi abbiamo bisogno di grandi dirigenti e tu lo saprai essere.
Ultimo ma non per demerito ma perché credo che sia il giocatore che più di tutti abbia fatto miglioramenti notevoli: a Pasqualino Notarangelo (Paschi) ormai sei una sicurezza in attacco se migliorerai in ricezione e difesa, potrai diventare un giocatore di livello superiore, mi sei piaciuto sotto l’aspetto mentale, dopo un muro subito non ti sei mai scomposto come succedeva nella scorsa stagione.

Per quanto attiene Antonio Fischetti, oltre ad essere “indagato” dalla procura antidoping per la produzione “non autorizzata” di mandarinetto, lemoncino e cherry, è stato contattato dalla Lube Macerata come secondo di Fefè DE GIORGI, da quel che so anche l’allenatore della squadra marchigiana è produttore di liquori fatti in casa, grazie di tutto! Il mio lavoro da maggio mi porterà lontano da Mattinata ma continuerò a seguirvi su Mattinata.it Grazie per questo stupendo anno, continuate così, avete un ottima società alle spalle, uno staff tecnico dirigenziale di primo ordine, la pallavolo a Mattinata non deve mai morire.

Mi mancherete da morire, AD MAIORA

Mimmo Ciuffreda