Visita del Pontefice. Presto un comitato

Tante le aspettative nel paese di San Giovanni Rotondo
22 Gennaio 2009
Papa Benedetto XVI
Papa Benedetto XVI

Prime battute per il varo del comitato organizzatore (che collaborerà con la Prefettura di Foggia, cui spetta il compito di garantire la sicurezza) per la visita del Santo Padre del prossimo 21 giugno. Dopo rinvii, ritardi e contrattempi e dopo non poche polemiche dei giorni scorsi, nella riunione di ieri dei capigruppo a Palazzo di Città, il comitato ha cominciato finalmente a prendere forma. Seppure incompleto per ciò che concerne i nomi, è stato comunque tratteggiato a grandi linee. Sarà formato da otto persone. Però per il momento solo due sono i nomi ufficializzati - il sindaco Giuliani e il presidente dell’assise comunale Giuseppe Mangiacotti - per il resto tutto è ancora in alto mare.

Resa nota però la composizione: due consiglieri comunali (una di maggioranza ed uno di minoranza), due esperti e due rappresentati, uno dei frati cappuccini e l’altro di Casa Sollievo. Giuliani ha calibrato ogni cosa, dando così spazio ed includendo tutti i vari “mondi” che ruotano attorno al frate con le stigmate, ormai “famoso” in tutto il mondo. Il sindaco ha spinto durante la conferenza per l’indicazione dei nominativi mancanti “da fare al più presto possibile”, tanto che ci si è dati come termine massimo temporale “una forchetta” di dieci giorni. La esortazione e i solleciti sono stati indirizzati soprattutto ai vari partiti che siedono in consiglio comunale, ma anche a Casa sollievo e agli stessi frati. Decisi anche i compiti che spetteranno al comitato: far sì che venga garantito il decoro della cosiddetta “zona internazionale” ossia ospedale, santuario e chiesa grande, i luoghi insomma dove sosterrà il Papa, in particolare la pubblica illuminazione e la viabilità.

Il sindaco Gennaro Giuliani ha così rotto gli indugi, che perduravano dallo scorso 8 dicembre quando mons. Domenico D’Ambrosio ufficializzò la visita di Papa Ratginzer durante la santa messa della Immacolata Concezione, dando il via all’operazione. Il tutto allo scopo di stringere i tempi ed evitare eventuali figuracce. Quindi la celerità del sindaco può risultare a questo provvidenziale. E’ parere di molti che la task force comunale avrà un compito alquanto marginale, dal momento che Papa Benedetto XVI si tratterrà in città mezza giornata ed al momento di spostamenti al di fuori di Casa Sollievo, Santuario Santa Maria delle Grazie, cripta Padre Pio e Chiesa, punti annunciati che vedranno la presenza del vicario di Cristo in Terra, non ne sono previsti.

Intanto per l’acco glienza sotto il profilo come dire religioso, i frati sono sempre in attesa, come ha spiegato il portavoce frate Belpiede, degli emissari vaticani abilitati a stilare il programma papale fin nei suoi dettagli. In procinto di essere definita anche il programma della preparazione spirituale all’evento della visita del Papa sul corpo di San Pio. Insomma macchina organizzativa già in moto con diverse “anime” che si agitano all’orizzonte. Per tanti una ghiotta occasione da non perdere sotto l’aspetto economico.

tratto da La Gazzetta del Mezzogiorno