Petizione alla Provincia e alla Regione per migliorare il collegamento con gli autobus

Piano di Bacino: atto che dovrà ridisegnare la mappa dei trasporti con i mezzi pubblici

In queste settimane la Provincia Di Foggia dovrà redigere il Piano di Bacino che ridisegna la mappa dei trasporti con i mezzi pubblici e perciò i sottoscrittori della richiesta mettono sul tappeto di chi dovrà decidere le problematiche dei collegamenti che interessano diverse località tra cui Vieste e Mattinata. Si chiede – scrivono – di apportare essenziali modifiche alla tratta del collegamento autobus Vieste – Foggia, aumentando il numero di corse, destinandole ad orari attualmente scoperti, ottenendo alcune nuove corse proprio dal prelievo di una corsa dalla fascia oraria ove esse sono doppie (ossia che partono alla stessa ora).

“È opportuno ricordare – sottolineano i promotori dell’iniziativa Antonio Solito e Nicola D’Altilia – che da Vieste partono e arrivano poche corse fissate in determinati orari; il servizio è carente e sprecato lì dove prevede frequenti corse concentrate nello stesso lasso di tempo, mentre invece occorre spostare quelle che,inutilmente, si sovrappongono (a causa della concorrenza tra imprese operanti nello stesso ambito “Sita” e “Ferrovie del Gargano”). Basti considerare che da Vieste a Foggia, alle ore 06:15 così come alle 14:00 e così come in altri orari da Foggia vi è sia l’autobus della “Ferrovia del Gargano” sia quello della “Sita” che partono nello stesso momento. Tutto ciò è assurdo. Questa caratteristica situazione è resa ancor più irrazionale dall’assenza di corse sulla tratta in questione per buona parte della giornata. Inoltre, la situazione attuale prevede molteplici corse da e per Foggia che partono o si interrompono a Mattinata, senza proseguire il collegamento fino a Vieste.

Un’altra modifica proposta dalla petizione e ritenuta altrettanto urgente è la realizzazione del biglietto unico, già realtà in altre parti della penisola, come ad esempio nel barese. Il risultato del biglietto unico deve essere imposto alle società del consorzio Cotrap, atteso che il servizio di trasporto pubblico è unico, atteso che il consorzio è unico, e atteso che gli interessi imprenditoriali delle diverse società (Sita, Ferrovie del Gargano, ecc.) non devono prevalere in questo campo sulle esigenze collettive.

A questo proposito è utile ricordare che nel 2004 (cioè 5 anni fa!) venne costituito il consorzio Cotrap che prevedeva espressamente il miglioramento del servizio, il biglietto unico, l’attivazione dei punti vendita. Purtroppo – concludono amareggiati – ad oggi, nulla è stato messo in pratica, e ci si ritrova con il biglietto sbagliato sull’autobus già partito, ovvero ci si ritrova in punti vendita che hanno biglietti di una sola azienda.

I sottoscrittori ora sperano nel nuovo Piano di Bacino perché si ponga rimedio alle problematiche esposte, anche in vista della prossima estate con il miglioramento del servizio anche a beneficio dei turisti.

  • Francesco Bisceglia (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Cerca

Maggio 2022

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Giugno 2022

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta