”La spiaggia dei filosofi”, l’ultimo libro di Francesco Troiano

L’ingegnere mattinatese con la passione della scrittura, da quella in versi a quella dei racconti

“La spiaggia dei filosofi”. E’ il titolo dell’ultimo libro di Francesco Troiano, l’ingegnere mattinatese con la passione della scrittura, da quella in versi a quella dei racconti. Ed è un racconto romanzato “La spiaggia dei filosofi”,  che posa l’occhio, a volo d’angelo, su una tipica spiaggia italiana (quella di Mattinata?) con adiacente stabilimento balneare, in un giorno ‘molto’ estivo. Il libro s’industria di dipingerne i colori e le ombre, le voci e i rumori, nonché di scoprirne i frequentatori abituali e le relative ‘caratteristiche caratteriali’.
In tale teatro multiscenico, ed anche, parzialmente,  multietnico, diventano protagonisti (attori principali e comparse) alcuni operatori del settore turistico e gli utenti, soprattutto se, all’interno della comunità osservata, rivestono il ruolo di esemplari dalla fenomenologia comportamentale interessante. Quando singolari personaggi di spicco si distinguono dal volgo per determinate attitudini o inettitudini, che ne diventano i tratti distintivi e tali tratti distintivi si configurano in una sorta di pensiero dell’individuo, in una summa complessiva delle sue cogitazioni, ecco comparire ‘i filosofi’: chi cerca di conferire validità generale a sue personali intuizioni, a colui che va alla ricerca della legge universale, partendo dal proprio particolare.
 Per  esternare, urbi et orbi (o perlomeno all’interno della spiaggia presa in considerazione), le proprie ‘teorie’ e considerazioni, ossia una filosofia molto spicciola e alla portata di tutti, ma, non per questo, tediosa e pedante, bensì accattivante,  tutti i ‘filosofi’ non hanno altro mezzo che la discussione (di cui si tende a cogliere ed evidenziare il carattere umoristico, ironico, sarcastico, o anche piuttosto surreale). L’opera di Troiano, pubblicata dall’Archoclub di Patti in Sicilia, è composta da una serie di racconti, più o meno concatenati o indipendenti, ognuno dei quali riporta un titolo, che ha il precipuo scopo di estrinsecare il punto focale della discussione, o un aspetto che, in ogni caso, indirizza verso la decrittazione del ‘messaggio filosofico’ o ne costituisce una ‘singolare appendice’.
Il pubblico cui è rivolta l’opera può essere definito certamente eterogeneo, ma il settore primario per interesse può catalogarsi tra quelli cui ‘piace la lettura e non dispiace sorridere anche leggendo’.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno
Cerca

Maggio 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Giugno 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta

Compare experiences

Confronta