Il sindaco Iannotta si dimette

La maggioranza battuta in consiglio, solo 7 consiglieri su 11 schierati con il primo cittadino

Cade un’altra amministrazione. E’ quella di Mattinata dove il sindaco Angelo Iannotta si è dimesso dopo che nell’ultimo consiglio comunale (venerdì 18 settembre) la sua maggioranza si è sciolta come neve al sole. Per questo motivo il sindaco ha abbandonato l’aula seguito dai suoi sette fedelissimi consiglieri Raffaele Latino, Pino Principe, Michele Principe, PasqualeBisceglia, Ciccio Principe, Matteo Pellegrino e Domenico Cota. I nove rimasti in aula (quattro della maggioranza ovvero Matteo Arena, Michele Falcone, La Torre e Lorenzo Bisceglia e cinque della opposizione Luigi Principe, Maria Piemontese, Carlo de Filippo, Michele La Torre e Franco Prencipe) hanno invece votato la delibera di nomina per il componente da inviare alla Comunità Montana del Gargano (c’è una diffida della prefettura di Foggia).

Con le dimissioni di Iannotta (ha venti giorni per ritirarle) si è ad una svolta, e cioè si va verso il commissariamento, oppure ad una verifica politica programmatica? Iannotta, par di capire, sta agitando lo spettro del tutti a casa nel tentativo di rinsaldare la maggioranza e verificare se vi è o meno la possibilità di andare avanti in questo ultimo scorcio di legislatura (si vota a marzo 2010). Gli addetti ai lavori parlano a tal proposito di margini non certo ampi, seppure ancora esistenti. Intanto il suo ex vicesindaco Lorenzo La Torre, al quale Iannotta ha revocato per la seconda volta le deleghe nel giro di nove mesi, spara a zero contro il sindaco: E’ vero che il sindaco ha il potere di nominare e revocare i componenti della giunta, ma faccio presente che nessuna norma legislativa obbliga gli assessori a dire sempre sì. Forse il sindaco è convinto che un consigliere comunale ha solo l’obbligo di alzare la mano anche se non è convinto di quello che si approva? O forse è convinto che siamo solo dei numeri per assecondare la sua volontà?.

Accuse pesanti quella di La Torre che nel suo intervento ha posto l’accento anche su alcuni episodi di contrasto a seguito di comportamenti poco piacevoli avuti con il sindaco. Ora bisogna capire le prossime mosse del primo cittadino che, va ricordato, alle amministrative del del 2005 riuscì a battere addirittura il candidato sindaco del centrosinistra, l’on. Pietro Folena, nome eccellente, per anni eletto parlamentare in provincia di Foggia.

  • Francesco Trotta (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Cerca

Maggio 2022

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Giugno 2022

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta