Ci ha lasciati don Matteo Potenza. Una grave ed immensa perdita per la comunità di Mattinata

Il medico per antonomasia, la cui disponibilità non era legata a nessun orario e la cui perizia lo elevava a rango di un “grande della medicina“

Don Matteo Potenza in occasione della cerimonia di encomio solenne voluto dalla municipalità di Mattinata

Tristezza e dolore, gratitudine e riconoscenza sono i sentimenti che coinvolgono i tanti che hanno avuto il privilegio di incontrare e conoscere don Matteo Potenza, il medico per antonomasia, la cui disponibilità non era legata a nessun orario e la cui perizia lo elevava a rango di un “grande della medicina“.

In quest’uomo il giuramento di Ippocrate non ha avuto alcuna esitazione!

Una grave ed immensa perdita per la nostra comunità, al cui servizio ha dedicato la sua esistenza come assessore comunale; come medico condotto; come dirigente del servizio di igiene pubblica.

Funzioni pubbliche che ha svolto con profondo impegno e con singolare responsabilità, alimentati da pensieri che non sono mai stati avulsi da un contesto raziocinante, al solo scopo di fornire a Mattinata un contributo per la sua crescita ed il suo benessere.

Nella sua diuturna azione erano visibili i segni della sua incondizionata solidarietà nei confronti di chicchessia perché in lui prevalente è stato il rispetto della dignità della persona che aveva nella massima considerazione.

Riusciva laddove in pochi si cimentavano perché ansioso e determinato a conseguire obiettivi ambiziosi; nella sua professione la cura nei confronti dei pazienti è stata preziosa; nella sua azione di medico di base è stato il ricercatore delle soluzioni che, prima di altri, anticipava rispetto agli altri comuni, pur di garantire la continuità delle attività turistiche; nella sua forza dialogante ognuno ritrovava il suggerimento o il consiglio più appropriato.

Si, don Matteo resta un simbolo per Mattinata che non lo dimenticherà!

Perché ogni famiglia ha un suo ricordo, una sua parola, un suo discreto sorriso, da cui si avvertiva la grandezza di una personalità, intelligente e discreta, mai ingombrante, riuscendo a costruire amicizie vere con tutti.

Un medico davvero al servizio della popolazione in cui la diletta consorte è stata la insostituibile collaboratrice che ha reso altrettanto unica e speciale la sua testimonianza professionale.

I tempi della storia di Mattinata sono segnati da questo uomo che con profondo senso civico e innato rispetto per le istituzioni ha cercato di essere prima di tutto un cittadino esemplare.

Nei suoi molteplici ricordi già oggi è facile intravedere un uomo che resterà nella memoria collettiva e certamente lascia alle future generazioni un patrimonio etico e morale di vaste proporzioni.

Il “don“ che a don Matteo ognuno naturalmente ha sentito il bisogno di appellarsi è soprattutto il frutto di un veritiero riconoscimento ed un atto di leale riverenza per il suo lavoro in cui la parola stanchezza non è stata mai ascoltata.

Da oggi il caro don Matteo entra nella coscienza e nella memoria della cittadinanza che si sente orgogliosa di aver annoverato tra i suoi componenti un cittadino illustre, cui anche recentemente la civica amministrazione ha ritenuto di tributare.

Piace ricordarlo con una frase di Bob Marley “Vivi per te stesso e vivrai invano; vivi per gli altri, e ritornerai a vivere“.

Fraterne condoglianze.

Michele di Bari
Cerca

Febbraio 2023

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28

Marzo 2023

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Compare listings

Confronta