Mattinata.it Dolci di Mattinata

Cartellate

Ostie Ripiene

Dolce tipico del Comune di Monte Sant’Angelo, le ostie ripiene o “ostia ckiene”, sono composte da due cialde ovali di ostie, di colore bianco panna. Il ripieno è costituito da mandorle tostate, caramellate con zucchero e miele. Un pizzico di cannella conferisce loro il caratteristico aroma speziato. La legenda narra che questo dolce tipico sia nato per caso durante la preparazione delle ostie sacre, in un convento di monache di Monte Sant’Angelo, il monastero della S. Trinità delle Monache dell’Ordine di S. Chiara. Si racconta che mentre alcune monache preparavano l’impasto per le ostie della Comunione, poche mandorle caddero in una ciotola di miele caldo. Per raccoglierle vennero impiegate proprio due pezzi di ostia. Le mandorle, ricoperte di miele, si attaccarono immediatamente all’ostia, formando un unico composto.

Le cartellate

Tipico dolce natalizio del Gargano, le cartellate sono fatte di pasta sfoglia arrotolata e ricoperta di mandorle, miele e vino cotto. Hanno forma rotondeggiante e colore dorato, farcite con vin cotto di fichi, miele e mandorle tritate. Diffuse in tutta la Puglia, le cartellate hanno un origine molto antica, probabilmente di derivazione greca, come è noto da una pittura rupestre del VI sec. a.C. rinvenuta a Bari, in cui viene raffigurata la preparazione di un dolce assai simile, associato alle offerte fatte a Demetra, dea della terra.

Paste reali

I dolci di pasta di mandorla si presentano come pasticcini da dessert, di forma variabile e di consistenza morbida, caratterizzati dal tipico “color mandorla”. La forma finale può subire differenze a seconda della maestria dell’artigiano. I dolcetti vengono posti su vassoi nelle vetrine delle pasticcerie. La pasta di mandorle è ottenuta da una antica e tradizionale lavorazione delle mandorle del territorio garganico. Nel corso dei secoli tale lavorazione si è perfezionata tanto da dar luogo ad un prodotto tipico ed esclusivo del Gargano.

I taralli

I taralli sono croccanti anelli di pasta che si presentano in diverse varianti: ricoperti di zucchero bianco in superficie (tarallùzz ‘ngeleppete); lavorati con vino (taralli al vino); salati e aromatizzati con semi di finocchio (finocchietti o scaletatidd). Rigorosamente preparati in casa, venivano anticamente impiegati durante i festeggiamenti e distribuiti in occasione di battesimi e sposalizi, o semplici occasioni di incontro.

Il poperato

Dolce speziato, il poperato condensa ingredienti molto profumati e aromatici: farina, zucchero, miele, alloro, cannella, chiodi di garofano, succo di arancia e buccia di limone, “nzogna” – grasso di maiale –, cioccolata, cacao e mosto cotto. L’impasto si lavora su una spianatoia e si chiude a forma di ciambella dello spessore di 3 o 4 centimetri. Il dolce è intervallato da “tagli”, detti in dialetto locale “’ntacc”, che fungono da sua unità di misura. La consistenza croccante esterna cede il posto, internamente, ad una pasta morbida e compatta.

I mostaccioli

Tipico dolce dalla forma trapezoidale, i mostaccioli sono un intriso di mandorle, farina, cioccolato, cannella, miele, liquore ecc. Il composto viene amalgamato, suddiviso in piccole forme e infornato. Si ottiene un dolce dalla consistenza dura e croccante, dal sapore intenso di mandorle e cioccolato, pronto per essere degustato subito o conservato sottovuoto per diverso tempo.

Acquistare i dolci tipici di Mattinata

Tra i link utili segnaliamo alcuni negozi specializzati nella vendita dei dolci tipici di Mattinata. Vedere per credere!

Link utili