Mattinata e dintorni

Monte Saraceno

Una necropoli di 500 tombe testimonia la presenza della civiltà della Daunia di cui numerosi reperti sono conservati nel Museo di Mattinata ed in quello di Manfredonia

 

Monte Sacro (874 m. slm)

Un'antichissima abbazia benedettina dove se ne possono ammirare ammirare i ruderi. Di difficile accesso, raggiungibile soltanto attraverso un sentiero che si inerpica per la montagna, di essa si conservano ancora le mura di cinta, numerosi capitelli e archi.

 

Sulle orme degli antichi dauni

Un museo a cielo aperto unico nel suo genere, questo può definirsi Mattinata e il suo territorio, ove la storia ha lasciato innumerevoli tracce.

 

Monte Sant’Angelo

Cittadina concentrata intorno al Santuario di San Michele Arcangelo, realizzato tra i secoli V e VI nel quale sono custoditi pregevoli testimonianze artistiche.

 

San Giovanni Rotondo

Città del Gargano ormai indissolubilmente legata alla figura di Padre Pio e alla sua storia. Da non perdere il Convento dei Cappuccini, il nuovo Santuario e la Grava di Campolato, la cavità più profonda esistente sul Gargano.

 

I composti e le solenni rovine del convento pulsanese di Santo Stefano

Incantato paradiso cristiano ricco di misteri e sotterfugi ai piedi di un versante roccioso, quasi a perpendicolo, tra vallate con pareti a stapiombo.

Per saperne di più