Sulle orme degli antichi dauni

Un museo a cielo aperto unico nel suo genere, questo può definirsi Mattinata e il suo territorio, ove la storia ha lasciato innumerevoli tracce
Sulle orme degli antichi dauni_header

Il Museo Civico Storico e Archeologico di Mattinata, dopo un accurato restauro, finalmente ha potuto far riscoprire alla popolazione e non solo, il patrimonio storico-culturale del territorio del suo paese.

Il museo rappresenta un interessante centro di testimonianza della civiltà locale nel tempo; ne sono prova le mostre documentarie "dal Gargano al Tavoliere" e gli itinerari archeologici sulle orme degli antichi dauni. Le mostre permanenti come "Le pietre riportano", "Il Gargano Antico" e "Scultura protostorica nella Puglia settentrionale", sono viva dimostrazione di una forte identità storica. In esso sono raccolti oggetti di corredo (spille, fibule, anelli, collane) e alcune teste scolpite rinvenute sul monte Saraceno risalenti a circa tremila anni fa. Inoltre nel Museo sono esposti i corredi funebri degli antichi abitatori saraceni, ricchi di oggetti in bronzo, avorio, ambra, osso, ceramica d’impasto.

Il Museo ospita sia reperti archeologici provenienti dalle numerose necropoli ed insediamenti presenti attorno al paese, sia enormi blocchi di pietra calcarea ove evidenti sono le impronte di dinosauri. Questa eccezionale scoperta, confortata dal ritrovamento di altre impronte di dinosauro nella zona di San Marco in Lamis, sta riscrivendo la storia geologica del Gargano. Gli scienziati non sono ancora tutti d’accordo nello spiegare la presenza e la provenienza di questi grossi rettili terrestri nel Gargano, nel periodo in cui il promontorio doveva essere un’isola abbastanza lontana dagli allora continenti. Qualche anno fa uno studioso venuto a Mattinata per le vacanze, passeggiando sui macigni messi a protezione del piccolo porto, notò su di esse qualcosa di particolare. Ritornatovi in seguito per una ricerca più approfondita rilevò ciò che si ritenne essere impronte di dinosauri vissuti milioni di anni or sono.
Oggi quelle grandi pietre con le loro preistoriche impronte sono esposte al pubblico presso il Museo Comunale.

La struttura del Museo si sviluppa su due livelli di cui il primo è pienamente accessibile, mentre il secondo lo sarà nel momento in cui verrà effettuato il collaudo dei due montascale. La sala convegni ed i servizi igienici a norma sono ubicati nel primo livello.