La magia dei colori di un paesaggio unico

La roccia bianca ha formato grotte meravigliose, di suggestivo interesse scientifico ed artistico.
La magia dei colori di un paesaggio unico

Escursioni in barca lungo la costa

La barca è il mezzo migliore per visitare la costa di Mattinata, alta e frastagliata.

Partendo proprio dalla baia di Mattinata, con la sua spiaggia ricca di camping, villaggi e ristoranti sul mare, e spostandosi verso Vieste, ci si dirige verso Mattinatella, anch'essa ben organizzata e attrezzata, meta di numerosi turisti in cerca di riposo e tranquillità, lontani (a volte!) dal clamore della massa.
Il tragitto per giungere sin qui è ricco di numerose baie, accessibili o meno dalla terra ferma, e da pendii alberati, a strapiombo direttamente sul mare.

Durante il periodo estivo, ogni mattina ad intervalli regolari, dal porto di Mattinata e dal porticciolo di Mattinatella partono diverse imbarcazioni che effettuano escursioni lungo tutta la baia. Il costo per persona non supera in genere i 15 € e l'intera escursione prevede alcune tappe nelle deliziose spiaggiette della baia: qui si sosta per il piacere di un bagno rinfrescante, cui in genere segue uno spuntino, da consumare in pieno relax sulla spiaggia incontaminata.
Alcune di queste escursioni sono inoltre organizzate dagli hotel stessi, ad un prezzo convenzionato per gli ospiti della struttura.

Due cammei nel mare

Portandosi ancora in là, fra una grotta e l'altra, si giunge a Baia delle Zagare, famosa per i due enormi Faraglioni che sonnecchiano a pochi metri dalla riva, sovrastata da scogliere a strapiombo; La spiaggia di Baia delle Zagare è raggiungibile non solo in barca, ma anche via terra.
La delicatezza e la fragilità del suo bellissimo ecosistema hanno però portato il Comune di Mattinata a porre un limite giornaliero alle visite.

Lo spettacolo della natura continua...

Spostandosi ancora più a nord, senza che il paesaggio muti di aspetto, si giunge ad un'altra baia di dimensioni modeste e ben organizzata e strutturata per accogliere i tanti turisti che affollano il Gargano nella bella stagione: Vignanotica. Una piccola riproduzione della baia di Mattinata, che però ospita due delle grotte più belle e suggetive della costa Garganica: la Grotta Campana (così chiamata per la sua singolare forma, simile ad un enorme campana) e la Grotta dei Pipistrelli (nome ricavato dalla presenza, più o meno costante, di numerosi pipistrelli). Per la fantasiosa bellezza di colori, prodotti dai raggi del sole che s'infrangono nelle prime ore del mattino, quest'ultima è di granlunga superiore a tutte le altre.

Uscendo ormai dal territorio di Mattinata, ma senza che il panorama muti di colore e di aspetto, si giunge a Pugnochiuso, che oltre ad offrire il solito meraviglioso panorama, è rinomato per il suo omonimo Centro Turistico ben attrezzato per tutte le attività.

Salendo ancora, c'è Baia dei Campi, una delle insenature più intriganti della costa garganica. A poche centinaia di metri da qui si ergono due isolotti, utilissimi contro l'azione imprevedibile del mare.
Da qui in poi la sabbia prende il posto ai ciottoli e ne fa splendore nella prima spiaggia, quella di San Felice, nota per l'omonimo "architello", intagliato nella roccia.

Per saperne di più