Calcio: Si muove ancora il pallottoliere a Mattinata

Un punto in trasferta, ma gara perfetta.
21 Febbraio 2005
Un'azione di gioco all'Agnuli
Un'azione di gioco all'Agnuli
TERLIZZI ñ U.S. MATINUM 3 ñ 3

Ancora una bella prestazione dei ragazzi di Mister Ricucci, che sul campo del Terlizzi hanno imposto il loro gioco per quasi tutta la gara, disputando forse l'incontro più bello di tutto il torneo: solo per questo, alla fine, il pari sa di beffa!

Mister Ricucci parte come al solito con una formazione ricca di giovani: assenti il veterano Vergura e l'attaccante La Torre Giuseppe per squalifica, indisponibile il centrale Ciavarella.

I primi dieci minuti sono dedicati allo studio da parte di entrambe le formazioni. Al 10' i padroni di casa tentano il primo affondo verso la porta difesa da Guerra, con il numero dieci terlizzese Miolla, che prima con una finta fa fuori il capitano dei garganici Francesco Bisceglia (per la verità apparso abbastanza sottotono), poi furbescamente va a cercarsi un contrasto in area e si tuffa, ingannando l'arbitro che assegna la massima punizione. Si incarica della battuta Troiano, che freddamente trasforma spiazzando il portiere ospite.

Ma i mattinatesi non ci stanno e, forti dell'ottimo momento sia fisico che morale, iniziano a salire in cattedra, imponendo il proprio gioco. Dopo un bel fraseggio a centrocampo, al 13' è Tommaso Pinto a provare il tiro dalla distanza, con palla di poco alta sulla traversa. Un minuto più tardi è Di Carlo a tentare la via del gol, ma il suo tiro è poco preciso e finisce tra le braccia del portiere avversario. Al 31', con i locali abili a sfruttare un bel contropiede, è l'ottimo portiere Guerra, ancora una volta tra i migliori in campo, a farsi trovare pronto sull'attaccante locale Drapni, anticipandolo e salvando la propria porta. A 10 minuti dal riposo è il mattinatese Sciarra a tentare un tiro, ancora una volta di poco al lato. Un minuto più tardi, al 36', Sansone semina il panico nell'area del Terlizzi, viene atterrato, ma l'arbitro gli fischia una punizione contro per simulazione, ammonendolo. Due minuti più tardi è però Di Carlo a raccogliere i frutti di un primo tempo ben orchestrato e votato all'attacco da parte dei mattinatesi, infilando in mischia il portiere terlizzese La Ricchia e portando in parità l'incontro. Il Mattinata però sembra non accontentarsi e continua a macinare gioco, approfittando dello sbandamento avversario, più preoccupati a far passare il tempo che ad impastire manovre di gioco concrete. Al 40' di gioco, solo davanti il portiere viene atterrato Sansone, con il pallone che finisce in rete, ma ancora una volta l'arbitro fischia tra le proteste (dei garganici!) e lo stupore (generale!) un fallo contro il Mattinata. Il duplice fischio che porta al riposo, giunge come una manna per i giocatori terlizzesi, che provati dall'esuberante pressing avversario, si accingono a bere un thè caldo.

La prima mezzora della ripresa è tutta di marca rossonera: i garganici offrono al nutrito pubblico con una serie infinita di azioni sbagliate clamorosamente. Lo show inizia già dal primo minuto, con Rinaldi anticipato dal portiere, su ottimo assist di un compagno. E' ancora lo stesso attaccante a sfiorare la rete nei 5 minuti successivi, ove un pò per imprecisione e un pò per sfortuna, non riesce a gonfiare la rete avversaria. Al 10' Di Carlo si rende protagonista di una vera e propria prodezza: intercetta un lancio del portiere terlizzese e senza persarci due volte indovina il sette con un preciso pallonetto da centrocampo. Il Mattinata è meritatamente in vantaggio: sia per il gioco offerto che per la maturità e la pazienza con cui l'undici garganico ha saputo ribaltare il risultato.

Ma la partita continua, e al 20' è ancora il Mattinata, con Sansone tutto solo davanti la porta avversaria, a fallire la più facile delle occasioni. Un minuto dopo è La Torre Nicola, subentrato a Sciarra, a fallire la rete. Ancora al 25' ed al 26', prima La Torre e poi Rinaldi mancano due ghiotte occasioni, e la possibilità di chiudere il match anticipatamente. E come spesso nel gioco del calcio fatalmente accade, i terlizzesi, dagli sviluppi di un calcio d'angolo, al 28' si riportano in parità con Gatti, abile a freddare l'incolpevole Guerra. Ma i ragazzi di mister Ricucci sembrano sorbire bene il colpo e si portano subito nuovamente all'attacco, e al 30' ancora Sansone potrebbe portarli in vantaggio, ma sciupa malamente. Ma il fato si accanisce contro i rossoneri, e al 35' inaspettatamente è il Terlizzi a portarsi in vantaggio con l'abile Miolla. Ma i garganici ancora una volta non demordono e due minuti più tardi con Rinaldi ristabiliscono la parità. L'ottimo momento di forma sembra suggerire ai rossoneri di provare in ogni modo a portare a casa l'intera posta in palio, e infatti i baby ospiti spingono ancora sull'acceleratore, ma la porta terlizzese sembra proprio stregata. L'ultima azione della gara è ancora di marca mattinatese: Sansone semina un panico tra un paio di avversari mette a centro per La Torre che a porta vuota tradito da un rimbalzo della palla si fa recuperare da un difensore locale.

Il triplice fischio dell'arbitro (abbastanza casalingo quest'oggi!) chiude le porte ad una gara che il Mattinata avrebbe potuto (e forse dovuto!) chiudere molto prima della rimonta del Terlizzi. Dal canto loro i locali festeggiano la fine con grande soddisfazione, forse coscenti della netta superiorità di gioco mostrata quest'oggi dall'undici rossonero.

E' doveroso sottolineare a questo punto, oltre l'ottima prova dei ragazzi del Mattinata, la lealtà e la sportività dei giocatori del Terlizzi: mai un fallo cattivo, mai un contrasto duro, a differenza di tutto quello che domenica scorsa è accaduto a Peschici, quasi a voler dire che al calcio per divertirsi basta dare calci... al pallone.

Terlizzi: La Ricchia, Cantatore, Doronari, Giacco, Troiano, Bisceglie, Frascati, Frenklin, Drapni, Miolla, Gianluisi. U.S. Matinum: Guerra, Ciuffreda, Piemontese, Pinto, Bisceglia Francesco, Bisceglia Donato, Sciarra (La Torre N.), Gentile, Rinaldi, Di Carlo, Sansone. Allenatore Ricucci. Reti: Miolla (10'p.t., 35's.t.), Di Carlo (38'p.t., 10's.t.), Gatti (28's.t.), Rinaldi (37's.t.).

La Redazione