Festa intorno all'albero

I ragazzi dell'UAL addobbano l'albero in piazza
14 Dicembre 2005
Alcuni ragazzi e volontari di CulturArte sotto l'albero (<em>foto Dipinti di Luce</em>)
Alcuni ragazzi e volontari di CulturArte sotto l'albero (<em>foto Dipinti di Luce</em>)
Sabato 17 dicembre, alle ore 19, in Piazza A. Moro, i giovani diversamente abili del Laboratorio di CULTURARTE UAL di Mattinata offriranno lo spettacolo Festa intorno all'albero.

E' un albero veramente speciale: su progetto dell'operatrice Micheline l'abete che è stato posto in piazza dal Comune di Mattinata sarà ornato con una miriade di stelle a forma di icosaedro, che i giovani, aiutati dalle volontarie, hanno realizzato con cannucce multicolori, sì da apparire incandescenti e fantasiose.

´Entrando nel Laboratorio nei giorni scorsi, si rimaneva stupiti nel vedere con quanta solerzia e destrezza i nostri amici, come in una catena di montaggio, tagliavano e intrecciavano spago e cannucce per un lavoro davvero complicato, felici dei loro manufattiª commenta entusiasta Anna Ruggiero, la volontaria che da sempre è impegnata nell'UAL e che tanto si è prodigata per il Laboratorio mattinatese, una casa d'amore e di carità per disabili e ammalati, in particolare per quelli poveri, in stato di abbandono o di solitudine.

Se l'UAL (Unione Amici di Lourdes) oggi è diventata una delle più belle realtà del volontariato foggiano, lo si deve proprio ai sacrifici, alla tenacia, alla dedizione e alla tenerezza dei silenzi profusi dai tanti volontari che negli anni hanno condiviso e perseguito il progetto del compianto Luigi Battaglini: ma su tutti spicca la figura di don Gennaro Palumbo, scomparso da ormai quasi 10 anni, che ha portato avanti instancabilmente l'idea a dispetto di tanti ostacoli e difficoltà. Sostenuto dai tanti volontari, collaboratori, dame e barellieri, che si occupano soprattutto del servizio agli ospiti disabili o non autosufficienti, accudendoli in tutti i loro bisogni, organizzando anche feste e momenti di intrattenimento, è riuscito a plasmare l'idea della solideriatà all'interno delle famiglie. E' nata da tali idee e con simile spirito anche quest'ultima attività, che vedrà i ragazzi di CulturArte scendere in piazza vestiti da Babbo Natale ed offrire un saggio della loro abilità anche nel canto e nel ballo, mentre gli spettatori potranno gustare la bruschetta profumata all'olio vergine di oliva e scegliere al banchetto-mercato la strenna natalizia.

Mercoledì 21 poi la festa si sposta nel Laboratorio, in Contrada Funni, dove si darà il via ad un'altra iniziativa dei ragazzi Aspettando il Santo Natale, che li vedrà coinvolti in esibizioni connesse all'esercizio delle attività diversificate. Sarà questa l'ennesima occasione per ammirare il loro lavoro svolto sia in preparazione che in esibizione, e chi vorrà potrà condividere le leccornie offerte dalle mamme e dalle volontarie dell'associazione.
La Redazione