Concluso a Mattinata il tour di Stilmoda 2004

Serata all'insegna della bellezza e dello charme
12 Agosto 2004
Senza didascalia
Serata all'insegna della moda e della bellezza. E' quella che un numeroso pubblico ha vissuto a Mattinata per la chiusura del Tour di Stilmoda 2004. Dopo le edizioni passate, che hanno avuto il loro centro a Manfredonia, da quest'anno la manifestazione ideata e diretta da Vincenzo Vitulano, architetto sipontino, ha assunto una veste itinerante spostandosi per le tre selezioni da Peschici a Vieste per concludersi con la selezione finale e le premiazioni a Mattinata. Nella piazza della Chiesa di Santa Maria della Luce, che con la sua facciata di sapore neoclassico ricorda la romana Santa Maria del Priorato del Piranesi, pure i pannelli scenografici erano ispirati all'arte neoclassica, con le figure eteree del Canova. La serata, condotta dalla foggiana Manila Nazzaro, già Miss Italia e ora brillante presentatrice e show girl, e dal duo Marco Villani e Paki, ha visto protagonisti un buon gruppo di giovani stilisti che dall'Abruzzo, dal Veneto, dalla Campania e dalla Puglia, hanno approfittato di questa vetrina per presentare le loro creazioni di moda. Accanto a loro, ma fuori concorso, due ospiti di onore della serata, a rappresentare le stiliste oramai affermate sul mercato italiano: l'etiope di nazionalità italiana Genet Kebede (a cui l'organizzazione ha affidato anche la presidenza della giuria), e la padovana Rosy Garbo, presente a Mattinata con i figli Marco e Francesco. Gli stilisti in gara (Anna Annunziata, Concetta di Giovine, C&U, Debora Carrara, Lucia Corsone, Katia Dileo e New Shape) si sono contesi i cospicui tre premi in palio. Il punteggio finale, somma di quelli attribuiti anche nelle serate di Peschici e Vieste, ha visto il successo delle linee mediterranee della giovane stilista di Cerignola Katia Dileo, seguita dalla padovana Debora Carrara e dalle cinque ragazze foggiane unite nel team New Shape. ´Il successo della mia collezione, ispirata alla magia dei colori della nostra terra, è un riconoscimento e un premio anche agli sforzi di tanti colleghi stilisti che come me cercano di portare alto il nome della Capitanata nel campo della modaª, dice la Dileo, con l'assenso della stilista Genet Kebede. Ma una parte importante della serata l'hanno avuta anche le ventiquattro modelle e i tre modelli che hanno dato corpo alle creazioni. E anche per loro la giuria ha premiato i più bravi. Le sipontine Incoronata D'Amico e Miriam Santoro hanno conquistato il primo e secondo premio, mentre è rimasto nel centro garganico il terzo premio, vinto dalla diciottenne Stefania Quitadamo, da tutti apprezzata per charme e simpatia.
Francesco Bisceglia