Coronavirus, nella bozza di decreto del Governo il rinvio delle elezioni regionali e amministrative

Anche per Mattinata si allungano quindi i tempi per l'elezione della nuova Giunta e del nuovo Sindaco
13 Marzo 2020

Il governo italiano sta pensando ad un rinvio delle elezioni regionali, comunali e a termini più lunghi anche per il referendum sul taglio del numero dei parlamentari a causa dell'emergenza sanitaria provocata dal coronavirus. Nella bozza del decreto che dovrebbe essere presentata al prossimo Consiglio dei ministri, probabilmente domani pomeriggio, tra le ipotesi della presidenza del Consiglio si interviene sul mandato «degli organi elettivi regionali», che scade entro il 31 luglio 2020, prorogandolo di tre mesi.

Si interviene con una deroga anche sulle elezioni dei consigli comunali: vengono infatti fissate «in una domenica compresa tra il 15 ottobre e il 15 dicembre 2020». Scadenze più lunghe anche per il referendum confermativo sul taglio del numero dei parlamentari: il termine entro quale è indetto «è fissato in 240 giorni dalla comunicazione dell'ordinanza che lo ha ammesso», un sensibile aumento rispetto alla forbice tra i 50 e i 70  giorni previsti. A questo punto la consultazione referendaria è molto probabile venga svolta in autunno anziché entro il mese di maggio come stabilito dall'ultima proroga del governo.

Le elezioni regionali attese al voto in primavera sono Puglia, Veneto, Liguria, Toscana, Campania e Marche.