Giro d'Italia 2020, i corridori della tappa Giovinazzo-Vieste attraverseranno anche il territorio di Mattinata

A Monte Sant'Angelo e a Pugnochiuso i due gran premi della montagna
19 Febbraio 2020

La nona tappa del Giro D'Italia 2020, che da Giovinazzo attraverserà la costa della Bat per poi raggiungere il Gargano, con il traguardo fissato a Vieste è lunga 198Km ed è caratterizzata da un percorso piuttosto eterogeneo con un finale che si preannuncia entusiasmante.

Si tratterà di una "tappa piatta nella prima parte fino a Manfredonia e quindi molto mossa e articolata per tutta la permanenza nel Gargano. Si scala la salita a Monte Sant'Angelo e poi la continua serie di saliscendi della frastagliata costa sud del promontorio. Giunti a Vieste, la corsa percorrerà un circuito di 13 km circa con un paio di brevi, ma impegnativi, strappi prima dell'arrivo", si legge sul sito web ufficiale dell'evento ciclistico.

Il via della nona tappa è previsto a Giovinazzo, per poi toccare i comuni di Molfetta, Bisceglie, Trani, Barletta e Margherita di Savoia. Zapponeta sarà il primo comune della provincia di Foggia che i corridori attraverseranno, per arrivare poi a Manfredonia, il santuario della Madonna delle Grazie per poi raggiungere Monte Sant'Angelo con il primo dei due gran premi della Montagna, al chilometro 107.7. Da Monte ci si sposterà verso Mattinata, Baia delle Zagare fino a Pugnochiuso, dove è situato il secondo gran premio della Montagna, a poco meno di 50 chilometri dall'arrivo.