Reggio Calabria, al ''Premio Luigi De Sena'' conferito anche un premio al prefetto ''mattinatese'' Michele di Bari

La terza edizione si è svolta il 31 agosto presso la prefettura di Reggio Calabria
6 Settembre 2019

La terza edizione del “Premio Luigi De Sena” si è svolto il 31 agosto presso la prefettura di Reggio Calabria. In ricordo dell’ex prefetto della provincia, è stata scoperta una stele commemorativa e proiettato un breve filmato.

I premi dell’edizione 2019 sono stati conferiti:

alla memoria del prefetto Antonio Manganelli ex capo della Polizia;

al prefetto Michele di Bari;

al prefetto Alessandro Pansa;

al procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho;

alla signora Tina Montinaro, moglie dell'agente di scorta del giudice Giovanni Falcone.

«La cerimonia del “Premio Luigi De Sena” – ha osservato Michele di Bari nel suo intervento - è utile strumento per coltivare la memoria di quel seme fertile rappresentato dal prefetto De Sena, modello delle istituzioni che camminano sulle gambe degli uomini, che sono gambe muscolose».

La cerimonia è proseguita con l’esibizione dell’Orchestra giovanile di fiati “Giuseppe Scerra” di Delianuova; sono intervenuti il capo della Polizia Franco Gabrielli, il prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariani e il presidente dell’associazione culturale “Centro Studi Luigi De Sena” Francesco Cirillo.

Fonte: Ministero dell'Interno