Garantito anche quest'anno l'accesso alla baia dei Mergoli mediante pass comunale

Previsto anche un accesso illimitato a tutti i turisti i quali intendano solo visitare il tratto di costa e non fermarsi sulla spiaggia
26 Luglio 2019
Baia delle Zagare
Baia delle Zagare

Accesso anche quest’anno alla baia dei Mergoli o delle Zagare mediante pass comunale. La commissione straordinaria che amministra il Comune garganico, dopo aver dato atto che “con il ripristino del transito pedonale lungo la scalinata a cielo aperto che collega la struttura ricettiva ivi esistente, gravata da servitù di passaggio, alla sottostante spiaggia in località Mergoli, è possibile accedere alla spiaggia ed in particolar modo al tratto ad uso pubblico che separa le aree oggetto delle due concessioni demaniali”, ha stabilito per questa estate 2019 la regolamentazione di accesso a quello che è sicuramente l’arenile pugliese più  conosciuto al mondo. 

L'accesso delle persone non dirette alle due strutture titolari di concessione demaniale potrà avvenire previo rilascio, da parte dell’ufficio del turismo del Comune, sito nella centrale piazza Roma, di pass giornalieri personali in numero non superiore a venti. Al fine di consentire a tutti i numerosi richiedenti di accedere alla spiaggia, la persona alla quale viene rilasciato il predetto pass non potrà farne nuovamente richiesta prima che siano trascorsi sei giorni dal precedente rilascio. L’ottenimento del pass consentirà di intrattenersi sul tratto di spiaggia demaniale che separa le due aree oggetto di concessione per l'intera giornata del rilascio, ovvero dalle ore 9 alle ore 19. 

Previsto poi un accesso illimitato a tutti i turisti i quali intendano solo visitare il predetto tratto di costa e non fermarsi sulla spiaggia. Per tale evenienza il visitatore potrà rivolgersi all’ufficio del turismo che provvederà a preannunciarne telefonicamente l'arrivo alla società “Spiaggia del Barone S.r.l.” al numero telefonico che verrà indicato dalla stessa. La citata società evaderà direttamente le richieste dei turisti che dovessero recarsi direttamente alla spiaggia in località "Mergoli".

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno