Artemare, cena dedicata a quattro artisti foggiani

Quattro nomi noti al pubblico di Capitanata e non solo
10 Luglio 2019
Gilda Ariostino, "Vecchina"
Gilda Ariostino, "Vecchina"

Prosegue “Artemare” la serie di eventi promossi  e organizzati dall’Hotel Ristorante “La Rotonda” di Mattinata. Venerdì 12 luglio nello storico ristorante di fronte alla mare di Mattinata sarà la volta della cena dedicata agli artisti foggiani Hermann, Gilda Ariostino, Ennio Rutigliano e Antonio Gasparelli.  Quattro nomi noti al pubblico di Capitanata e non solo. Il gruppo dei quattro espone parte della propria produzione artistica. 

Hermann il più maturo tra quelli che espongono, ha portato a Mattinata una serie di sculture in metallo e terracotta, unite ad una serie di lavori in rame sbalzato, antica tecnica dove l’uso di martello e cesello la fanno da padrone. Le sculture in metallo e terracotta, sono  a mio parere i pezzi che più attirano l’attenzione per soggetti e trattamenti delle superfici a cui Hermann sottopone egregiamente la materia.

Ennio Rutigliano è presente con una serie di dipinti dal forte richiamo surrealista, e nello specifico ad uno dei più importanti tra essi quale è stato Dalì. Il richiamo alla metafisica è una costante delle produzione pittorica di Rutigliano che alla professione di scenografo e di insegnante ha unito in modo positivo quella del pittore.

Interessanti alcune opere della Ariostino, sorella di Hermann, scomparsa recentemente, che propone nei suoi dipinti l’attenzione ai luoghi natii e alle attività un tempo esistenti quali quelle del vasaio e del figulaio.

Antonio Gasparelli, presenta dei lavori improntati alla raffigurazione di temi etnici con una tecnica di pittura che vede l’utilizzo di differenti medium che superano i soli colori. Con risultati caratterizzati da speciali texture che creano effetti ottici particolari che rasentano gli ologrammi.

Ma la serata di venerdì 12 luglio oltre che far vedere le opere dello scultore e dei pittori, è l’occasione ancora una volta di apprezzare la cucina  di alta professionalità che a Mattinata, come nel resto del Gargano ha una matrice comune in quello storico istituto alberghiero di Vieste intitolato Enrico Mattei. Lo chef proporrà un menù molto particolare che per certi versi fa ricordare i titoli delle opere e delle serate futuriste dell’Italia del primo quarto del XX secolo.

Eccolo il menù della serata d’arte: 

Cilindro di pasta farina Senatore Cappelli “Arte” con gamberi, salmone e julienne di zucchine al profumo di agrumi del Gargano;

Turbante di Cefalo e gamberi su crema di zucchine e stracciatella;

Girandola bigusto. Il tutto innaffiato dai vini della Cantina Placido Volpone di Ascoli Satriano, della stessa cantina sarà presente anche l’enologo. 

Info e prenotazioni: 328 1582346 il tutto a €. 25,00 a persona bevande incluse.

Ennio Rutigliano
Gilda Ariostino, "Mani"
Antonio Gasparelli, "Le debuttanti"
Antonio Gasparelli, "Le ballerine"
Hermann, "Gli anziani"
Hermann, "L'uomo nell'uovo"
Gianfranco Piemontese