Continua la raccolta di firme sulla questione dell'intitolazione dell'istituto comprensivo statale di Mattinata

I promotori della petizione chiedono che l’istituto sia intitolato ''Don Salvatore Prencipe – San Domenico Savio''
6 Luglio 2019
Il lembo più bello del Gargano, guida turistica
Il lembo più bello del Gargano, guida turistica

E’ in corso una raccolta di firme sulla questione dell’intitolazione dell’istituto comprensivo statale di Mattinata. I promotori della petizione chiedono che l’istituto “sia intitolato Don Salvatore Prencipe – San Domenico Savio, in tal modo salvaguardando ufficialmente negli atti, nei documenti e nella vita futura della scuola mattinatese, ora unificata dalla riforma scolastica nell’istituto comprensivo, le pregresse rispettive denominazioni delle elementari e delle medie”. Il consiglio di Istituto viene invitato pertanto a deliberare nuovamente in proposito e ad accogliere la petizione.  Si evidenzia che la richiesta è del tutto conforme alla prassi già invalsa nelle altre realtà: così “è avvenuto negli altri Comuni, da Manfredonia a Vieste, a San Giovanni Rotondo, a Foggia ecc., dove i “vecchi nomi” delle scuole sono stati messi l’uno accanto all’altro per identificare le nuove articolazioni scolastiche”. La petizione è stata inviata al Prefetto della Provincia di Foggia, alla Commissione straordinaria del Comune, alle autorità scolastiche regionali e provinciali e al dirigente scolastico di Mattinata. 

“Lo scorso 26 febbraio il consiglio d'istituto ha deliberato di intitolare detto Istituto a Rita Levi Montalcini. Dopo il previsto parere, la commissione straordinaria ha inviato la relativa istanza al Sig. Prefetto perché si esprima ai sensi della legge 118/1927”. Non si tratta affatto di voler mettere da parte “Rita Levi Montalcini, scienziata di fama mondiale e vincitrice del premio Nobel”, che “merita sicuramente di essere onorata anche dalla nostra comunità non solo per gli altissimi meriti scientifici ma per l'intera sua personalità e storia di vita”. Però, sottolineano, “riteniamo  che il doveroso riconoscimento a questa straordinaria figura di donna e di scienziata non possa avvenire a scapito della storia locale e delle intitolazioni stabilite negli anni passati per la scuola elementare e per la scuola media, che compongono, con la scuola dell’infanzia, l’attuale Istituto scolastico comprensivo”.

Don Salvatore Prencipe, San Domenico Savio e l'Istituto comprensivo statale di Mattinata

“Il sacerdote don Salvatore Prencipe - rimarcano - è stato per decenni arciprete parroco di Mattinata, ove ha esercitato il suo ministero tra il popolo con integrità di vita, saggezza umana e carità cristiana”. A Prencipe, ricordano, “si devono, tra l’altro, importanti e riconosciuti studi storici sull’abazia benedettina di Monte Sacro e sulla figura e la produzione letteraria dell’abate Gregorio, che fu insigne personalità medievale e che nell’abazia compose l’opera enciclopedica “Peri ton anthropon theopysis”. La intitolazione della scuola elementare “fu decisa all’unanimità dal Consiglio comunale dell’epoca in accoglimento dei sentimenti di gratitudine dell’intera comunità mattinatese, anche in considerazione del suo essenziale apporto, con altri benemeriti concittadini, nella conquista dell’autonomia comunale”. Ma, continuano “altrettanto significativo è stato ed è il legame di ricordi e di affetti di generazioni di studenti con la figura del giovane Domenico Savio, a cui fu dedicata circa mezzo secolo fa la scuola media ed il cui busto in gesso si trova nell’entrone della scuola”. Alla  Montalcini “proponiamo che venga intitolato invece un altro luogo pubblico del territorio mattinatese, in paese o lungo la meravigliosa costa”, tale luogo dovrà essere “importante, visibile e frequentato, in modo da onorarla degnamente, in spirito di concordia tra tutti i cittadini mattinatesi”.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno