Una giornata tra le bellezze del territorio

Giornalisti e blogger provenienti da tutta Italia hanno scoperto le tradizioni del Gargano e Mattinata con il press tour “Il Fuoco e la Montagna Sacra”
17 Aprile 2019
"Il Fuoco e la Montagna Sacra"
"Il Fuoco e la Montagna Sacra"

Il nostro territorio ha tanto da offrire e a me piace raccontarlo in tutte le sue sfumature. Dal 14 a 19 marzo, giornalisti e blogger provenienti da tutta Italia hanno scoperto le tradizioni del Gargano legate alla fanoja di San Giuseppe con il press tour “Il Fuoco e la Montagna Sacra”* e, domenica 17 marzo, sono stati anche qui a Mattinata. Vi racconto com’è andata.

Le campane della Chiesa Santa Maria della Luce danno il via al nostro itinerario a Mattinata. La nostra attenzione e quella degli obiettivi fotografici è subito catturata dagli ultimi fedeli che entrano in chiesa e dalla bianca facciata dell’edificio che risalta sull’azzurro del cielo. I colori di una splendida giornata di sole e i profumi del pranzo della domenica ci fanno compagnia lungo il percorso nelle strade del paese. Nel centro storico sembra di tornare indietro nel tempo tra i pagghiere e le abitazioni del secolo scorso, alcune delle quali conservano ancora la vite che fa ombra sull’ingresso e, proprio sull’uscio, la riproduzione di San Michele a vegliare sugli inquilini. Dal paese ci spostiamo a Monte Saraceno, luogo che custodisce più di 500 tombe dell’antica popolazione dei Dauni; per raggiungere la necropoli percorriamo un sentiero immerso nella natura e, passo dopo passo, godiamo dello splendido panorama che si affaccia sulla piana degli ulivi, sul paese e sul mare. Mattinata ci regala un paio d’ore di tranquillità tra i colori di una giornata alle porte della primavera, la natura incontaminata, la storia e l’archeologia del territorio. 

Nel pomeriggio visitiamo Manfredonia. Nella città fondata da re Manfredi, figlio di Federico II di Svevia e di Bianca Lancia, le nostre tappe sono il Castello e il Parco Archeologico di Siponto. Secondo la tradizione, Manfredi giunse a Siponto nel 1256 per una battuta di caccia sul Gargano e trovò una cittadina distrutta che decise di ricostruire poco lontano. Nasce così Manfredonia e con essa il suo Castello. Mentre il sole si prepara a salutarci, le due Basiliche ci accolgono al Parco Archeologico di Siponto: una in calcare, in stile romanico pugliese e consacrata nel 1117; l’altra in rete zincata elettrosaldata, realizzata dall’artista Edoardo Tresoldi nel 2016, che ricostruisce l’antica Basilica paleocristiana a partire dalle tracce archeologiche visibili alla base. Le due basiliche dialogano fra loro e con l’ambiente circostante in una conversazione che pare sospesa nel tempo. 

È ora di andare. Il sole colora il cielo di rosso; è il tramonto di una giornata passata alla scoperta del nostro territorio, del nostro Gargano.



*Il press tour “Il Fuoco e la Montagna Sacra” è stato promosso dal Comune di Vieste, con l’adesione dei Comuni di Mattinata e Monte Sant’Angelo. L’iniziativa è stata finanziata dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma Operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Asse VI-Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche.

Concetta Lapomarda