''Gargano bell'e bun.'' Vieni a guardare (e mangiare) in Puglia

L'appuntamento di Mattinata è in programma il 25 novembre 2018
2 Novembre 2018
Gargano bell’e bun
Gargano bell’e bun

Bello, buono e sorprendente, sempre, all’improvviso, ovunque. C’è un pezzo di Puglia, il Gargano, che lascia un segno indelebile in chi lo visita. Un viaggio sensoriale a 360° per 365 giorni l’anno, un’esperienza che riempie gli occhi di bellezza, la mente di sapere e la pancia di delizie. Il Gargano mostra la sua essenza ed il suo lato più intimo in autunno con la scoperta di imperdibili sapori autentici e preziosi saperi senza tempo.

“GARGANO BELL’E BÚN. VIENI A GUARDARE (E MANGIARE) IN PUGLIA” è un progetto di “Coworking Smart Lab”, rientrante nel programma di attività di Pugliapromozione “InPuglia365 2018-2019”, che coniuga la cultura della tradizione culinaria e dell’artigianato tipico, con l’organizzazione di percorsi urbani e laboratori esperienziali.

Particolare attenzione è riservata agli antichi mestieri, espressione unica, profonda e ancestrale dell’identità dei luoghi coinvolti: Manfredonia (farrate, pettole, cartapesta e dolci tipici), Mattinata (olio e folklore), San Giovanni Rotondo (spiritualità di San Pio e tradizione lattiero-casearia) e Monte S. Angelo (pane e patrimoni Unesco). Sali a bordo con noi per scoprire la bellezza e la bontà del Gargano!

L’iniziativa vede la partnership di: Comune di Manfredonia, Comune di Monte Sant’Angelo, Comune di San Giovanni Rotondo, Agenzia del Turismo di Manfredonia, La Pelandra Tour, Associazione ilsipontino.net, Associazione Giovani artigiani e piccoli imprenditori di Manfredonia, Associazione Etnomusicantes di Mattinata.

Il primo weekend prenderà vita il 3 e 4 novembre e interesserà, in concomitanza di Ognissanti, i Comuni di San Giovanni Rotondo e Manfredonia, vertendo, attraverso specifici servizi ed attività, sui temi della valorizzazione del patrimonio storico-culturale dei prodotti tipici locali, come la carne di mucca podolica,i  formaggi, la farrata ed il vino novello.

 

PROGRAMMA

SAPORI TRADIZIONALI E MESTIERI ANTICHI – WEEKEND 3/4 NOVEMBRE

 

3/11 San Giovanni Rotondo

– ore 14.45 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”
– ore 15.30 Visita al centro storico, chiesa di Sant’Onofrio Anacoreta;
La visita si snoderà tra le vie del centro di San Giovanni Rotondo, passando per la chiesa di Sant’Onofrio Anacoreta, la cui trama storica è strettamente legata alla terra, ai suoi frutti e alla tradizione.

– ore 17:00 Percorso conoscitivo alla scoperta della tradizione artigianale e culinaria garganica;
– ore 17:30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione e conoscenza di ricette tipiche (a base di carne podolica, formaggi e verdure del Gargano) e degustazione presso il ristorante “Trepuntozero”.

 

4/11 Manfredonia

– ore 9.30 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”.
– ore 10.00 Cantieri aperti e incontro con i Maestri d’ascia;
Cantieri aperti e incontro con i Maestri d’ascia, una tradizione centenaria che i maestri d’ascia Antonio e Michelangelo, quest’ultimo  portano avanti con passione, conservando la tradizione e tramandando la memoria del passato, che affonda le radici nel lavoro dei loro antenati, ma allo stesso tempo si evolve e si adegua alle moderne tecnologie. 

– ore 11.30 Visita guidata al centro storico di Manfredonia;
Percorso narrato tra i palazzi storici del centro e le storie dei loro antichi abitanti: Corso Manfredi, via Maddalena, via San Lorenzo Cattedrale, Chiesa di San Domenico.

– ore 13.00 Laboratorio sensoriale di valorizzazione e conoscenza di ricette tipiche (farrata e vino novello) presso “Casa della Farrata” e” Bottega del Vino”.
La farrata è un rustico tipico di Manfredonia la cui ricetta risale ad antichissima tradizione contadina e le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Per tradizione veniva prodotta dai fornai nel periodo tra Carnevale e Pasqua e venduta all’alba per le strade della città, che risuonavano delle voci dei venditori. E’ realizzata con un impasto a base di farina e semola con ripieno in ricotta, grano cotto e menta maggiorana.

 

PANE E OLIO – WEEKEND 24/25 NOVEMBRE 2018

 

24/11 Monte S. Angelo

– ore 14.30 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;
– ore 15.30 Visita guidata all’Abbazia e agli eremi di Pulsano e centro storico di Monte S. Angelo;
Abbazia di Pulsano; eremo di S. Gregorio Magno

Instaurata sul colle di Pulsano nel VI secolo ad opera del monaco-papa San Gregorio Magno, l’abbazia, con gli eremi circostanti, è stata luogo di vita di monaci, anacoreti e cenobiti, orientali e latini. Agli inizi del XII secolo fu ricostruita da San Giovanni da Matera. Intorno alla sua figura nacque l’Ordine degli Eremiti Pulsanesi, i quali, rifacendosi rigidamente alla regola di San Benedetto e alla tradizione monastica orientale, ebbero qui la loro Casa Madre. Anche oggi l’abbazia è abitata da una piccola comunità di monaci che segue il doppio rito latino e bizantino. Nei dintorni dell’abbazia, disseminati nei valloni circostanti, si trovano gli eremi: grotte adibite a luoghi di vita, di lavoro e di preghiera dei cenobiti, piccole costruzioni su aspri dirupi. Molte sono le tracce della presenza dei cenobiti: pitture parietali, macine, canalette per l’acqua, scale.

Centro Storico di Monte Sant’Angelo, quartiere Junno
Lasciata la costa e il suo mondo, ci si immerge in un quadro d’altri tempi, dove alla tipicità dell’edilizia rurale si uniscono il fascino della storia, l’unicità dell’arte, l’immersione spirituale. La figura dell’Arcangelo Michele, riempie la vita del borgo irrorandola di una spiritualità ricca di mistero. La passeggiata tra le strade del centro è un salto nel passato, nella vita rurale: dalle case a schiera, bianche di calce, dello Junno, ai forni, dove è possibile assaporare in tutta la loro fragranza il pane e i dolci tipici, passando per l’artigianato, fino ad arrivare al cuore del centro, la Sacra Grotta.

Santuario di San Michele Arcangelo
Dai miracoli delle apparizioni, fatte risalire dall’agiografia alla fine del V sec. d.C. a oggi, sono milioni i pellegrini che si sono recati in visita alla “Celeste Basilica” nella Sacra Grotta. Il santuario infatti è uno dei maggiori luoghi di culto europei intitolati a San Michele. Il 25 giugno 2011 è diventato Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO nel circuito seriale The Longobards in Italy, Places of Power, 568 – 774 A.D., entrando a far parte della World Heritage List.

– ore 17.00 Percorso conoscitivo alla scoperta della tradizione artigianale e culinaria di Monte S. Angelo (pane e prodotti da forno);
Tra i prodotti enogastronomici tipici del territorio di Monte Sant’Angelo vi è senza dubbio il pane, caratterizzato da una scorza spessa e scura e da mollica alta e chiara. La sua peculiarità sta sia nella ricetta – che prevede l’aggiunta di una piccola parte di farina di grano duro alla farina bianca – sia nella cottura, per l’utilizzo di forni realizzati con pietra locale. Fino agli anni ’60 – ’70 veniva fatto solo in casa, una volta ogni quindici giorni, e cotto in forni pubblici, dove venivano usati segni distintivi come mandorle o pezzi di pasta raffiguranti delle iniziali.

– ore 17.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione e conoscenza del pane di Monte S. Angelo presso “Forno Taronna – Non solo pane”.

 

25/11 Mattinata

– ore 9.15 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;
– ore 10.00 Percorso escursionistico attraverso i paesaggi e gli uliveti della piana di Mattinata;
– ore 11.30 Visita ad un frantoio con annesso museo presso “Agriturismo Giorgio”;
Il Museo dell’olio è un vero scrigno di abitudini ed usanze centenarie della vita contadina pugliese. Nato per custodire i documenti e i suppellettili della vita del frantoio, il Museo sorge all’interno dell’Agriturismo Giorgio ed è ospitato in una struttura adiacente alle sale adibite alla produzione di olio extravergine di oliva. L’agrimuseo, visitabile anche con una guida dedicata, custodisce tutte le antiche attrezzature relative alla coltivazione dell’olivo, dalla raccolta alla molitura, dai tradizionali contenitori dell’olio agli utensili della vita domestica del passato.

– ore 13.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione dell’olio locale ed orientamento al consumo con aperitivo rurale presso “Mattinatella Beach”;
– ore 16.00 Visita al “Centro Arte e Tradizioni popolari”.
Il Centro di Arte e Tradizioni Popolari promuove lo studio e la valorizzazione del patrimonio locale, con particolare attenzione alla storia, alle arti, al dialetto e alle tradizioni musicali del nostro Territorio, ai fini della divulgazione e dell’animazione culturale ed artistica. Il Centro, come un archivio, raccoglie e conserva le testimonianze di un tempo e di una civiltà, al fine di favorire la ricerca storica della cultura agricola e artigianale della gente e del territorio di Mattinata.

Una raccolta che permette al visitatore di recuperare la cultura locale attraverso le diverse manifestazioni creative dell’uomo, quali le tradizioni popolari, gli antichi mestieri, gli oggetti del vivere quotidiano di ieri.

Uno spazio aperto all’incontro, alla partecipazione, ed al dibattito dell’attualità culturale e dei valori della tradizione.

 

DOLCI ATMOSFERE DI NATALE – WEEKEND 8/9 DICEMBRE 2018

 

08/12 Manfredonia

– ore 16.45 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;
– ore 17.00 Apertura straordinaria delle Ex Fabbriche di San Francesco;
– ore 17.30 Laboratorio con maestro cartapestaio per la realizzazione di pupi del Presepe ed addobbi natalizi presso Ex Fabbriche di San Francesco;
– ore 19.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione dei prodotti tipici: (pettole e vin cotto di fichi d’india) con degustazione presso “Casa della Farrata”;
– ore 20.30 Video mapping ed istallazioni luminose su Palazzo San Domenico e in Piazza del Popolo.

 

09/12 Manfredonia

– ore 9.30 Raduno partecipanti presso Porto Turistico “Marina del Gargano”;
– ore 10.00 Visita guidata al Castello e al Parco Archeologico di Siponto;
– ore 12.30 Laboratorio sensoriale di valorizzazione dei prodotti tipici: (cioccolato aromatizzato al miele del Gargano, mandorle della Piana di Macchia e agrumi di Rodi Garganico) presso “Gelateria Marea”;
– ore 15.00 Laboratorio sensoriale di valorizzazione dei prodotti tipici (cartellate, calzoncelli e pettole) con degustazione accompagnata dal Limoncino del Gargano presso “Casa del Dolce”;
– ore 17.00 Apertura straordinaria delle Ex Fabbriche di San Francesco con esibizione live di artisti locali.

 

E’ possibile prenotarsi alle singole giornate separatamente, fino ad esaurimento posti disponibili.

 

Iscrizioni tramite il link:
http://www.coworkingsmartlab.com/garganobellebun/


Per maggiori informazioni:
garganobb.smartlab@gmail.com – +39 3336604102