Galleria Monte Saraceno, ANAS disponibile a rivedere gli orari di apertura

La proposta fatta da due rappresentanti della Provincia in cui si chiedeva una nuova riunione, in tempi brevissimi, alla Prefettura di Foggia
30 Maggio 2018

“Dopo gli ordini del giorno, gli interventi sui mass media, il sit-in e la nota diramata da ANAS, nei giorni scorsi, sulla chiusura della galleria “Monte Saraceno” abbiamo chiesto un urgente incontro con il responsabile dell’ANAS del Coordinamento Territoriale Adriatica che, con estrema sollecitudine, ci ha ricevuto oggi a Bari”. Lo ha dichiatato, il vice presidente della provincia di Foggia Rosario Cusmai ed il consigliere provinciale Pasquale Cataneo. “Il responsabile ci ha illustrato, nel corso della riunione odierna, i contenuti e le definizioni riportate nel verbale dell’incontro in Prefettura a Foggia dell’11 maggio scorso. Abbiamo fatto rilevare che il calendario della transitabilità, come esplicitato nel verbale e comunicato ai mass media, va rivisto per ridurre, il più possibile, l’impatto di questa ridotta fruibilità della galleria sulla vita quotidiana dei fruitori ed alle attività economiche degli operatori dei settori produttivi (turistico, commerciale, ecc.) nella zona di Mattinata e Vieste nonché, sul versante dei servizi essenziali come quello della salute pubblica, per le esigenze di chi debba prontamente rivolgersi presso le strutture sanitarie di Manfredonia, San Giovanni Rotondo o Foggia”.

In conclusione della riunione è emersa la disponibilità dell’ANAS alla proposta fatta dai due rappresentanti della Provincia di Foggia di promuovere la richiesta di una nuova riunione, in tempi molto brevi, alla Prefettura di Foggia assicurando la presenza dell’ANAS e di rappresentanti delle comunità territoriali interessate, in modo da poter rivedere ed ampliare il crono programma e quindi la necessità di definirne un altro, più ampio ed adeguato alle necessità rappresentate, adeguando, al meglio, le esigenze di mobilità e sicurezza con quelle di realizzazione degli interventi infrastrutturali nella galleria, soprattutto per il periodo dal 15 giugno al 15 settembre.