Roberto Martino: ''Stiamo cancellando il futuro delle giovani generazioni e i nostri ragazzi vedono nella politica qualcosa di insignificante''

Comunicato stampa Mattinata in Movimento
17 Marzo 2018
Roberto Martino
Roberto Martino

Ecco il risultato dei grandi “Esperti”, anni di politica fatta con i numeri dei pacchetti di Famiglia precostituiti.
Ora tutti sembrano sbalorditi e spesso accade che i piu’ sorpresi e giustizialisti siano proprio coloro che hanno preso parte all’edificazione delle giunte comunali passate. Stiamo cancellando il futuro delle giovani generazioni e i nostri ragazzi vedono nella politica qualcosa di insignificante. Ma quali sono le ragioni piu’ profonde di questa mortificante sconfitta?

Le cause sono molteplici ma resta indiscutibile l’egemonia esercitata da pochi nel disinteresse della maggior parte dei tanti cittadini (votanti). Il sistema politico di Mattinata e’ come un edificio che ha iniziato da tempo a sgretolarsi a causa di un semplice principio: la vittoria per il controllo del potere “interessato e parziale”. Non è un caso infatti che le scelte di governo delle passate giunte abbiano abdigato sui programmi tanto pubblicizzati nelle ultime campagne elettorali a favore del perpetuarsi degli equilibri di potere preesistenti…se solo 1/10 fosse stato portato a termine Mattinata sembrerebbe un po’ di piu’ ad un quartier di Copenhagen!

Essere pienamente consapevoli di tutto ciò è soltanto il punto di partenza per mettere in campo tutte le forze utili ad iniziare un cambiamento necessario.
E’ mancata infatti la formazione delle coscienze e di conseguenza quello spirito di giudizio libero da vincoli.
La gente di Mattinata si e’ lasciata ammaliare da questi grandi “Stregoni” che hanno gettato polvere negli occhi e nel contempo hanno contribuito a ridurre la nostra cittadina da “Farfalla del Gargano” a moscerino del Gargano e molti, consapevoli della situazione creatasi, si sono limitati a essere consenzienti pur di mantenere il potere saldo nelle mani.

La responsabilità non e’ pertanto solo da imputare al nutrito manipolo di “esperti della politica” ma a tutti coloro che hanno consentito questo “modus operandi”. Il fallimento è di tutti…causato dalle proprie scelte, non solo di carattere politico ma fondamentalmente dal nostro senso civico e di interpretazione della comunità come valore assoluto.

E’ in tutto cio’ che risiede la profonda crisi della nostra comunità che sta accetando in silenzio questo declassamento culturale morale.

Ci auguriamo che quanto accaduto serva quantomeno a dare un forte scossone alle nostre coscienze e al nostro agire finalmente rivolto ad uno sviluppo della nostra amata terra.

Il Consigliere
Roberto Martino