Il Teatro Stalla ''Matteo Latino'' semina Bellezza

Mimì e il mosaico come dono alla comunità
8 Gennaio 2018
Mani in Arte
Mani in Arte

Si è svolta, lo scorso venerdì 5 gennaio, negli spazi dello storico Palazzo Mantuano di Mattinata, l'anteprima dell'esito finale del laboratorio Mani in Arte!!, proposto dall'E.T.S. Società Cooperativa Sociale Teatro Stalla Matteo Latino. L'iniziativa fa parte del ventaglio delle proposte progettuali finanziate dall'Avviso Pin Pugliesi Innovativi della Regione Puglia di cui questa innovativa realtà del nostro territorio è vincitrice. 

Mani in Arte!! è un laboratorio che semina Bellezza e che coniuga teatro sociale, musica, giochi creativi e mosaico, utilizzando i rigeneranti linguaggi dell'arte e della cultura sociale come strumento di prevenzione al bullismo e alle molteplici forme di violenza che si sviluppano nel periodo di crescita dei giovani allievi. 

Nel corso di questa anteprima, ideata per arricchire il calendario delle attività previste nel periodo festivo, si è mostrato al pubblico un estratto teatrale, messo in scena dai bambini, con i testi e la regia di Daniela Delzotti. Al centro della storia c'è la vita di Mimì, un personaggio che si ispira al giovane protagonista del Barone Rampante di Italo Calvino. Mimì, stanca di vivere in una valle dove la gente non sapeva sognare, decide di salire su un albero di ciliegio e di continuare la sua vita tra i rami, senza abbandonare quella della comunità, trovando la giusta distanza tra il cielo e la terra, tra la routine quotidiana e la sua attitudine di sognatrice e scoprendo il coraggio di esprimere se stessa e le proprie uniche potenzialità, aldilà di ogni giudizio o recinto imposto. Mimì diventa così un chiaro esempio di come si possa fuggire dal pensiero omologante delle masse che non ammettono visionari o esseri umani che tali si definiscono proprio perché ciascuno conserva e cela un proprio insondabile segreto che dischiude la vita stessa, quella più autentica e vera. Come gli alberi: ognuno con i suoi unici rami e ricami che sfiorano il cielo, con i suoi propri frutti e le stabili radici, ben salde nella terra. E, difatti, proprio un albero è il soggetto del mosaico realizzato dagli stessi bambini partecipanti, con la supervisione dell'artigiano Mario Sacco. L'opera è stata, per l'occasione, mostrata per la prima volta in pubblico e donata alla comunità. Verrà poi collocata presso le Scuole Elementari di Mattinata, come segno tangibile di un'esperienza che parte dal viaggio individuale per poi completarsi in un percorso comunitario. 

In occasione dell'anteprima, è intervenuta l'Assessore alle Politiche Sociali e Giovanili del Comune di Mattinata, Michelina Armillotta, che ha commentato entusiasta l'iniziativa, affermando che attraverso questi passi concreti si riesce a dar finalmente voce a bisogni inespressi o sottovalutati e che spesso si traducono in vissuti di violenza e bullismo. Dopo che l'Assessore ha ribadito il sostegno da parte delle istituzioni locali all'iniziativa sostenuta dal programma regionale, hanno preso la parola Carlo de Vita (art counselor) e Marisa Minuti (psicologa) che hanno brevemente descritto il lavoro finora svolto e indicato la direzione finale dell'intero percorso. L'entusiasmo delle famiglie e dei presenti ha sottolineato l'esigenza e la sete di simili iniziative che coniugano la creatività alla capacità di offrire risposte concrete a disagi spesso taciuti. La narrazione artistica si fa così portavoce di narrazioni esistenziali che hanno il diritto di essere raccontate per brillare di luce propria. 

Il Teatro Stalla "Matteo Latino" invita tutta la cittadinanza ad assistere all'evento finale del laboratorio che si svolgerà a Mattinata nel mese di febbraio. Per maggiori informazioni è possibile seguire la pagina Facebook Teatro Stalla Matteo Latino, visitare il sito web www.teatrostalla.com, telefonare al numero 3491175180 oppure scrivere all'indirizzo mail direzione@teatrostalla.com

L'Assessore alle Politiche Sociali e Giovanili del Comune di Mattinata, Michelina Armillotta e Daniela Delzotti