La neonatologa Pasqua Anna Quitadamo premiata per le sue ricerche scientifiche

La premiazione si è svolta a Firenze in occasione del 72esimo congresso nazionale della società italiana di pediatria
5 Agosto 2017
Casa Sollievo della Sofferenza, l'ospedale voluto da San Pio da Pietrelcina
Casa Sollievo della Sofferenza, l'ospedale voluto da San Pio da Pietrelcina

Premiato a Firenze in occasione del 72esimo congresso nazionale della società italiana di pediatria il lavoro della neonatologa dell’ospedale Casa sollievo della sofferenza Pasqua Anna Quitadamo.

E’ la Banca del latte umano donato (BLUD) di Casa sollievo della sofferenza l’ambito nel quale è stata svolta la ricerca della neonatologa Quitadamo.  La Banca del latte umano donato di Casa sollievo è attiva dal 2010 nella Terapia intensiva neonatale, allora diretta dal primario Alberto Gatta promotore dell’iniziativa e proseguita con l’attuale direzione dal primario Pierpaolo Cristalli e fortemente sostenuta dall’amministrazione dell’ospedale. Al momento della sua costituzione rappresentava l’unica banca del latte umano nel meridione d’Italia e finora ha raccolto più di 2000 litri di latte grazie alla generosità delle donatrici del nostro territorio. In tutta Italia le strutture dedicate alla raccolta del latte materno sono attualmente 34. Il latte materno è ormai ampiamente riconosciuto come l’alimento di scelta per i neonati, in virtù dei notevoli vantaggi che esso offre grazie agli innumerevoli fattori bioattivi di cui dispone, in grado di condizionare in modo positivo la salute a breve e a lungo termine. Quando non è disponibile il latte della propria madre l’alternativa migliore è rappresentata dal latte di banca in particolare per i neonati prematuri. Infatti è dimostrato ampiamente che il latte umano ne aumenta le possibilità di sopravvivenza perché fornisce protezione nei confronti di gravi complicanze proprie della prematurità, come ci spiega la Quitadamo, esprimendo la propria soddisfazione nel ricordare come l’ospedale, grazie all’attività della BLUD, riesca a custodire questo “elisir” di salute. Donare il latte a Casa sollievo è semplice e la struttura dispone anche di un puntuale servizio di raccolta a domicilio.

Il riconoscimento ricevuto dalla Quitadamo attiene al “Premio per la ricerca: promozione, protezione e supporto dell’ allattamento al seno”. Si tratta di un concorso nazionale bandito dall’Associazione italiana per la care in perinatologia e Philips Avent con il patrocinio di European paediatric association/union of national european paediatric societies and associations, Società italiana di pediatria, Società italiana di neonatologia, Osservatorio nazionale specializzandi pediatria e Federazione italiana medici pediatri. La ricerca dal titolo “Alimentazione esclusiva di neonati prematuri con latte materno e donazione alla Banca del Latte Umano Donato (BLUD)” è stata pubblicata sulla Rivista "La Care". Lo scopo dello studio premiato al concorso è la valutazione del contributo alla donazione del latte alla BLUD di Casa sollievo della sofferenza da parte di una categoria speciale di nutrici, ossia le donne che hanno partorito neonati prematuri.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno