Aliquote e scadenze IMU e TASI per l'anno 2017

Il 16 giugno 2017 scade il termine per effettuare il pagamento della prima rata
6 Giugno 2017

Il 16 giugno 2017 scade il termine per effettuare il pagamento della prima rata dell’Imposta Municipale Propria (IMU) e del Tributo sui i Servizi Indivisibili (TASI), dovuto per l’anno di imposta 2017.

Per i fabbricati: la rendita catastale dell’immobile, rivalutata del 5%, va moltiplicata per i seguenti coefficienti: 

Per i fabbricati delle categorie catastali del gruppo A (con esclusione della categoria catastale A/10) e per le categorie catastali C/2, C/6 e C/7 160;
Per i fabbricati del gruppo catastale B e per le categorie catastali C/3, C/4 e C/5 140;
Per i fabbricati delle categorie catastali A/10 e D/5 80;
Per i fabbricati della categoria catastale D (ad esclusione della categoria D/5) 65;
Per i fabbricati della categoria catastale C/1 55;


Alla base imponibile così determinata si applicano le aliquote previste dalle delibere di Consiglio Comunale n. 32(IMU) e n. 33(TASI) dell’11/04/2017, ovvero:

La base imponibile è ridotta del 50 per cento per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; ai fini dell’applicazione delle disposizioni della presente lettera, il soggetto passivo attesta il possesso dei suddetti requisiti nel modello di dichiarazione di cui all’articolo 9, comma 6, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23.


Il versamento del tributo dovrà essere eseguito tramite modello F24 presso qualsiasi Istituto Bancario e Postale, utilizzando il seguente codice tributo:  

Il Codice Ente da utilizzare è F059. Il versamento deve avvenire in autoliquidazione da parte del contribuente entro le seguenti scadenze:  

1a rata 16/06/2017 50% a titolo di acconto sulla base delle aliquote previste dalla delibera sopra richiamate;

2a rata 16/12/2017 50% a titolo di saldo sulla base delle aliquote previste dalla delibera sopra richiamate;

 

Il tributo non è dovuto qualora per la TASI sia inferiore ad € 12,00, mentre per IMU ad € 3,00. Tale importo si intende riferito al tributo complessivamente dovuto per l’anno e non alle singole rate di acconto e di saldo.

Per il calcolo e la stampa del modello F24 è possibile utilizzare l’applicativo “Calcolo IUC” disponibile sul sito  WEB del Comune di Mattinata.

Si informa inoltre che sul sito istituzionale http://www.comune.mattinata.fg.it è attivo lo Sportello Telematico Linkmate attraverso il quale ogni contribuente potrà consultare la propria posizione tributaria. – Lo Sportello è  accessibile registrandosi direttamente al portale, utilizzando il banner presente sul sito Istituzionale, che  genererà le credenziali di accesso personali. Attraverso tale l'innovativo strumento di e-government è possibile  svolgere tutte le funzioni erogate dall'ufficio tributi in materia di tasse locali, oltre a nuove funzioni quali la consultazione del catasto ed una bacheca dei messaggi che consente di dialogare con il Comune evitando  code agli sportelli, di effettuare delle segnalazioni su eventuali errori, di fornire e ricevere comunicazioni in  maniera puntuale e personalizzata su scadenze, segnalazioni o pagamenti da effettuare.

Comune di Mattinata