La giunta comunale ha deliberato la ''realizzazione di un acquedotto rurale a servizio delle comunita' agricole''

''Occorre procedere alla rimodulazione del progetto approvato nel 2011''
27 Febbraio 2017
La piana di Mattinata
La piana di Mattinata

Per la realizzazione di un acquedotto rurale a servizio delle comunità agricole presenti sul territorio montano di Mattinata, la giunta comunale ha deliberato “l'adeguamento della vecchia progettazione, in modo da renderla attuale e conforme ai requisiti richiesti dalla nuova programmazione 2014/2020”.

Ad agosto del 2011 l’allora amministrazione comunale aveva approvato il progetto preliminare per la realizzazione di questa importante infrastruttura. Il progetto fu affidato dalla giunta all’ufficio tecnico comunale, che realizzò la progettazione preliminare prevedendo lavori per l'importo complessivo di sette milioni di euro, da candidare a finanziamento nell'ambito delle risorse messe a disposizione dalla Regione Puglia nella scorsa programmazione 2007/2013. Ora, ribadito da parte del Comune garganico che “la realizzazione di una rete rurale di distribuzione di acqua potrebbe innescare processi di sviluppo, consistenti da un lato nel miglioramento dell'attuale situazione delle aziende agricole esistenti dall'altro nella possibilità della nascita di nuove realtà produttive”,  si è ritenuto che “occorre procedere alla rimodulazione del progetto approvato nel 2011, al fine di aggiornare la mappa delle aziende agricole da servire nonché di adeguare i tracciati della rete sulla base delle nuove esigenze sorte nel frattempo”. Si è così affidato al funzionario responsabile del settore lavori pubblici Domenico Trotta “l'obiettivo della predisposizione di tutti gli atti necessari all'adeguamento della vecchia progettazione, in modo da renderla attuale e conforme ai requisiti richiesti dalla nuova programmazione 2014/2020”. 

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno