Ceschin eletto segretario generale dei Cammini d'Europa

''Lavoreremo per tornare a posizionare l’Italia come crocevia di culture''
30 Gennaio 2017

E’ Federico Massimo Ceschin il nuovo segretario generale dei “Cammini d’Europa”,  rete di cooperazione internazionale nata con il sostegno dell’Unione Europea e indirizzata a sostenere lo sviluppo e la crescita di regioni e territori toccati da itinerari, cammini e rotte culturali che attraversano l’Italia e il continente europeo. Ceschin, nativo della laguna di Venezia, è fortemente legato alla Puglia. Nel 2005, anno della scoperta della realtà culturale e turistica di Mattinata e del Gargano,  iniziò la collaborazione con il Comune di Mattinata assumendo la direzione del consorzio “Matinum”. Da Mattinata, negli anni successivi, il suo impegno si allargò al Gargano (coordinò il l’evento dell’ostensione delle spoglie di Padre Pio per il Comune di San Giovanni Rotondo, curando anche la visita pastorale di Papa Benedetto XVI), alla Capitanata e all’intera Regione Puglia con la collaborazione alle politiche dell’assessorato al turismo, offrendo assistenza tecnica al governo regionale in materia di normativa e governance turistica, progettazione europea, piani di eccellenza e sviluppo di buone pratiche. È sua l’ideazione della “Borsa Internazionale del Turismo Religioso, dei Pellegrinaggi e dei Cammini” e poi di Vie Sacre, “Esposizione dei Percorsi e delle Manifestazioni del Sacro”, nel sodalizio con l’editore Claudio Grenzi.  

Federico Massimo Ceschin

Ceschin è stato eletto all’unanimità nell’incontro degli associati convocato a Bologna per pianificare il triennio 2017/20. “Lavoreremo per tornare a posizionare l’Italia come crocevia di culture, come cerniera tra l’Europa e il Mediterraneo, nella piena valorizzazione delle differenze e delle diversità, senza muri e senza barriere. Le connessioni e le relazioni che si realizzano lungo gli itinerari culturali, le rotte, i cammini e le ciclovie sono energie fondamentali per la valorizzazione storica, culturale e socioeconomica dei luoghi, in chiave sempre orientata alla lentezza e alla sostenibilità ambientale”, ha dichiarato Ceschin. Tra le novità del 2017, la candidatura al Consiglio d’Europa dell’Itinerario connesso al “Viaggio in Italia” di Goethe, di cui ricorre il bicentenario. E una nuova edizione dell’evento “All Routes lead to Rome”, che quest’anno sarà dedicato alla “Economia della Bellezza”.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno