Sistema Gargano, sindaci favorevoli a costituire l'Associazione dei Comuni

La convenzione era stata siglata a Mattinata lo scorso mese di maggio e rappresenta un forte strumento di coesione territoriale
21 Dicembre 2016

Si è svolta questa mattina, presso la sede dell’Ente Parco a Monte Sant’Angelo, una nuova riunione della cabina di regia del Sistema Gargano, la convenzione siglata a Mattinata lo scorso mese di maggio e che rappresenta un forte strumento di coesione territoriale. All’incontro hanno partecipato, oltre al Parco Nazionale del Gargano ed al Consorzio di Bonifica, i Comuni di Cagnano Varano, Carpino, Manfredonia, Mattinata, Rignano Garganico, San Marco in Lamis , San Giovanni Rotondo, Vieste e Peschici. 

Tutte le amministrazioni presenti hanno dichiarato la comune volontà di confermare e potenziare il processo di valorizzazione territoriale integrata, avviata dalla convenzione già negli anni precedenti con positivi risultati come dimostrato, ad esempio, dagli attrattori culturali  che hanno finanziato importanti beni culturali dell’area protetta.

Si è registrata la perfetta sintonia nel dotare la cabina di regia di linee di indirizzo generali, attraverso le quali stabilire le priorità di intervento. Grande attenzione è stata posta sul coinvolgimento degli operatori locali economici, necessari per rendere concreta qualsiasi azione. Sia i sindaci delle comunità costiere, sia quelli dell’entroterra, hanno ritenuto indispensabile creare poli di attrazione, per ogni settore di investimento discusso, che costituiscano una locomotiva alla quale agganciare i Comuni più in difficoltà. Segno concreto delle dichiarazioni di volontà sono state le decisioni di avviare la costituzione dell’Associazione dei Comuni per condividere servizi strategici, come ad esempio polizia municipale, catasto, anagrafe, sistema dei rifiuti ed altro. Condizioni necessarie per rispondere ai parametri del processo di candidatura per il riconoscimento di Aree Interne del Gargano.  

Non poteva mancare il tema della tutela del territorio attraverso il potenziamento del sistema di intervento per fronteggiare eventi quali bombe d’acqua e il conseguente pregiudizio dell’incolumità  personale ed economica  della comunità, oltre alla prevenzione attraverso il sistema antincendio. Il mandato chiaro al Presidente Pecorella, perché si faccia interprete e portatore presso la Regione anche attraverso la costituzione di un tavolo interistituzionale specifico. In ultimo, è stata rilevata la necessità di un sistema di comunicazione che ponga al centro il Gargano, il simbolo più importante per valorizzare beni e valori della comunità. 

“Sono convinto- dichiara il presidente della cabina di regia Stefano Pecorella - che solo proseguendo nel percorso di coesione delle comunità del Gargano si possano sviluppare concrete opportunità di crescita. L’incontro odierno ha dimostrato la maturità delle amministrazioni e delle nuove leve, neo elette. Il percorso non è affatto semplice, ma solo rinunciando a parte della propria autonomia, per metterla al servizio di tutti, si potranno realizzare con maggior profitto progetti in favore di tutti”