''Mattinata In Movimento non entra a far parte della maggioranza''

Intervento in consiglio comunale del consigliere Roberto Martino
4 Dicembre 2016
Roberto Martino
Roberto Martino
“Mattinata In Movimento non entra a far parte della maggioranza”.

Così ha dichiarato il consigliere comunale Roberto Martino in un comunicato. “Voglio precisare, ha continuato, che non c’è mai stato alcun sostegno indiretto, di nessuna natura, all’azione politica ed istituzionale dell’esecutivo guidato dal Sindaco Michele Prencipe e della sua giunta e, per quel che mi riguarda, non ci sarà alcun appoggio che non sia mosso da responsabilità nei confronti di chi mi ha votato e nell’ interesse di Mattinata”. “In tal modo, scrive ancora Martino,  così come ho sempre fatto e preteso nella mia esperienza personale e professionale e come, allo stesso modo, ho già avuto modo di ribadire nei miei primi interventi in questa consiliatura con cui ho sempre cercato di confrontarmi a viso aperto e senza retro-pensieri su tutte le questioni, le posizioni che ho assunto, privilegerò esclusivamente il merito della discussione, delle proposte e delle decisioni da assumere. E tutte le volte che riterrò una scelta fondata e assunta su motivazioni utili all’interesse generale non eviterò di farla mia e di sostenerla nel mio ruolo di consigliere di minoranza, anche se questa dovesse provenire dalla maggioranza”. Martino ricorda “a  tutti che la Giunta comunale dovrebbe essere  un corpo vivo che intreccia profili personali e politici, competenze specifiche e professionali, sensibilità e attitudini differenti che nel corso dei cinque anni di un mandato si armonizzano, sotto la guida e la responsabilità piena del Sindaco per dare risposte ai bisogni della città e per fornire stimoli allo sviluppo economico e culturale, per migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini”.

Nel comunicato Martino ha voluto anche evidenziare di non condividere quanti hanno “una visione preconcetta e a volte ideologica del ruolo di opposizione al qualsivoglia governo in carica e a qualsiasi livello.  Facilmente, però, si comprende la visione limitata e a volte personalistica dalla quale genera, purtroppo, un tale atteggiamento che ha come unico prodotto quello di generare conflitti spesso incomprensibili per la cittadinanza.  Questo approccio tedioso di intendere e di spiegare la dialettica politica e democratica non corrisponde, però, al mio modo, sempre costruttivo, di intendere il confronto con e nelle istituzioni. La mia storia nei banchi della minoranza testimonia infatti che il mio operato è stato e sempre sarà vincolato alle problematiche d’interesse pubblico, al fine di offrire un contributo per nuove opportunità di sviluppo”.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno