Notte gitana a Mattinata per tutta l'estate

Presso la ''Casa dei giovani'' ogni sabato sera di luglio e agosto
30 Luglio 2016
Notte gitana
Notte gitana

Il calore, il fascino, il fuoco della terra di Spagna sono i protagonisti di “Notte Gitana”,  spettacolo musicale, tutto dal vivo,  scritto e diretto da Carlo Tedeschi. Prodotto dall'associazione Dare e promosso dalla fondazione Leo Amici è in scena a Mattinata nello spazio verde della Casa dei Giovani in località Papone, lungo la strada interna per Vieste ogni sabato sera  alle ore 21.45 fino al 27 agosto.
Come nacque “Notte Gitana”? “Una sera, in una discoteca di Pilas a Siviglia – racconta l’autore e regista Carlo Tedeschi - le musiche moderne vennero interrotte dal dj, diffondendo le note forti e passionali di una sevillana. I giovani, senza lasciare la pista iniziarono l’antica danza. Da qui, visto l’apprezzamento che questa musica suscita anche sui giovani, l’idea per la realizzazione dello spettacolo”. La trama vede la giovane protagonista, una ragazza di oggi, curiosando in una vecchia soffitta, trova in un baule un classico costume sevillano mentre alla radio va in onda una tipica canzone dedicata alla Spagna. Fantasticando, sogna ad occhi aperti, di trovarsi in compagnia di gitani e di venire accolta dal calore di quella gente che, con i ritmi incalzanti delle loro chitarre, cantano e danzano per lei, coinvolgendola in una splendida “Sevillana”. Tutto si anima e si illumina. La ragazza, trasportata dalla danza, dalla musica e dall’atmosfera, vive il folklore e la passione gitana. Ne uscirà più matura, pronta ad indossare il costume spagnolo e una mantiglia avuta in dono, simbolo per lei di una riscoperta femminilità.
Lo spettacolo, con ben 25 artisti in scena,  vede tra gli interpreti principali Pasqua Guerra e Emanuel Gatta; le voci sono di Nicole Bellafiore e Ebe Rita Azzarone; musicisti Sarah Palumbo (tastiera), Francesco Santamaria (tromba), Angelo Verziera (tromba e cajon). La Fondazione Leo Amici e l’Associazione Dare, che nel corso degli anni hanno messo a disposizione numerose borse di studio, corsi e stage gratuiti, hanno donato gratuitamente  lo spettacolo ad un gruppo di artisti che hanno formato così una giovane compagine teatrale. Info e prenotazioni cell. 377.1755286. L’ingresso è a offerta libera.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno