Il Parco cammina con i ragazzi lungo i sentieri di fede

ParcoGiochi coinvolge le quinte classi delle scuole elementari e le prime delle scuole medie
7 Maggio 2016

La Via Sacra tra archeologia ed arte contemporanea che va dagli ‪Ipogei Capparelli‬‬‬ di Manfredonia alla basilica di ‪Santa Maria di Siponto‬‬‬. E’ questo l’ itinerario che ha dato il via all’edizione 2016 del progetto di educazione ambientale “ParcoGiochi”,  ideato e finanziato dal ‪Parco Nazionale del Gargano‬‬‬ che quest’anno ha scelto i temi della transumanza e dei sentieri di fede.

“Fare educazione ambientale – spiega il presidente Stefano Pecorella - significa non solo sviluppare la conoscenza dei problemi ambientali ma anche trasmettere ai ragazzi il concetto di integrazione tra uomo e risorse naturali. Di qui l’idea di inculcare il senso di appartenenza ad un territorio ad alta vocazione agricola e religiosa,  ricco di tratturi e vie sacre che fanno del Gargano una tappa imperdibile per tanti pellegrini ed appassionati dei cammini”.

ParcoGiochi coinvolge le quinte classi delle scuole elementari e le prime delle scuole medie, dei Comuni che rientrano in area Parco. Gli itinerari del progetto prevedono anche visite guidate lungo la via sacra che porta all’Abbazia e agli eremi di Pulsano, nella grotta di San Michele e al “Museo del Territorio e della cultura lagunare” di Cagnano Varano. In programma anche  escursioni naturalistiche  al Pantano di Sant’Egidio e al laghetto della Foresta Umbra.

Per la chiusura dell’edizione 2016 di ParcoGiochi -come di consueto- il Parco del Gargano porterà i ragazzi  tra le straordinarie bellezze naturalistiche, paesaggistiche e storiche dell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti.