Il Sindaco di Mattinata Avv. Michele Prencipe e' stato eletto nel Consiglio direttivo del Parco Nazionale del Gargano

Tavaglione, sindaco di Peschici, eletto presidente della Comunità del Parco
22 Aprile 2016
Michele Prencipe, sindaco di Mattinata
Michele Prencipe, sindaco di Mattinata

E' il sindaco di Peschici Franco Tavaglione il nuovo presidente della Comunità del Parco Nazionale del Gargano. Già assessore della giunta esecutiva dell'area protetta negli anni scorsi, Tavaglione ha anche ricoperto la carica di vicepresidente dell'ente. Vanta una lunga esperienza amministrativa -ha alle spalle diversi mandati da sindaco del suo paese- in enti anche sovracomunali. Tavaglione sostituisce Ersilia Nobile, il primo cittadino di Vieste decaduto qualche settimana fa per effetto delle dimissioni di massa dei componenti dell'assise viestana. «Ringrazio la Nobile per il lavoro fin qui svolto -è il commento dopo la chiusura della seduta dell'organismo del neo presidente- e ringrazio chi mi ha votato. Daremo una svolta all'attività della Comunità del Parco. Ci sarà maggior impulso. Convocherò una seduta al mese per fornire i dovuti suggerimenti alla governance del Parco, renderò più saldi i rapporti tra il territorio e l'ente».
Tavaglione è stato eletto -all'unanimità- dall'organismo che ragruppa i diciotto Comuni rientrati nel perimetro dell'area protetta, più la Regione e la Provincia. In via Sant'Antonio Abate a Monte Sant'Angelo si sono materializzati in tredici: c'erano i sindaci (o delegati) di Peschici, Ischitella, Cagnano Varano, Mattinata, Manfredonia, Rodi Garganico, Carpino, Rignano Garganico, San Nicandro Garganico, Vico del Gargano, Isole Tremiti, Lesina e l'ente Provincia. Assente San Marco in Lamis, il cui rappresentante -il vice sindaco Raffaele Fino- martedì scorso -come si ricorderà- fece venir meno il numero legale perchè riteneva e ritiene che il tutto -ovvero le nomine poste all'ordine del giorno di presidente e vice della Comunità e di un rappresentante del consiglio direttivo al posto di Damiano Totaro, decaduto perchè facente parte del consiglio comunale di Monte Sant'Angelo sciolto per effetto del DPR del 20luglio- andasse posticipato all'indomani dell'imminente tornata elettorale del prossimo 5 giugno quando sono in programma i rinnovi delle assemblee consiliari di Vieste, San Giovanni Rotondo ed appunto San Marco il Lamis. Alla carica di vice presidente è stato eletto -sempre all'unanimità- il primo cittadino del Comune delle Isole Tremiti, Antonio Fentini. Tavaglione nell'assumere il nuovo incarico si è dovuto dimettere -perchè incompatibile- da quello di componente del consiglio direttivo dell'ente. Ragion per cui sono aumentate (da uno a due) le caselle vuote in seno al consiglio di amministrazione dell'area protetta. Colmate dalla elezione di Michele Prencipe, sindaco da circa due anni di Mattinata (Gargano sud costiero) e di Claudio Costanzucci sindaco da circa un anno di Cagnano Varano (Gargano nord o interno), entrambi eletti all'unanimità. Mattinata non vantava un incarico di rilievo all'ente Parco dai tempi di Luigina Totaro (più di dieci anni fa), la quale sbarcò nel consiglio direttivo -nomina ministeriale in quota Allenza Nazionale- e ricoprì anche l'incarico di assessore nella giunta esecutiva. Da rilevare un altro aspetto: i quattro nomi -Prencipe, Costanzucci, Tavaglione e Fentini- già circolavano una settimana fa, quando l'accordo non fu ratificato per la scelta di Raffaele Fino di far venir meno il numero legale. Segno che l'intesa tra i Comuni ha retto. Anzi, per ratificarlo sono arrivati tre rinforzi. Rispetto ai dieci di martedì scorso, si sono infatti materializzati la Provincia di Foggia (Cusmai) ed i rappresentanti dei Comuni di Vico del Gargano e San Nicandro Garganico.

Francesco Trotta