Gran Concerto Natalizio dell'AppulOrchestra

Lunedì 28 dicembre nella Chiesa Santa Maria della Luce
28 Dicembre 2015

L'Amministrazione Comunale di Mattinata, nell'augurare Buone Feste ai cittadini e ai graditi ospiti, ha organizzato il Gran Concerto Natalizio dell'AppulOrchestra, che si esibirà nella splendida cornice della Chiesa Santa Maria della Luce alle ore 19.30 lunedì 28 dicembre.

Hanno costituito l’ensemble solo due anni fa ma si sono imposti magnificamente sulla scena musicale non solo italiana. Otto musicisti del territorio sipontino-garganico in gran parte giovani ma tutti diplomati nei vari Conservatori musicali italiani e con ciascuno una cospicua attività concertistica come solisti o in formazioni orchestrali, si sono ritrovati riuniti dai maestri Nicola Calabrese, con alle spalle numerose esperienze di iniziative nel settore della musica, e Michele Notarangelo, sperimentato pianista e direttore d’orchestra, in una formazione dal sintomatico nome “AppulOrchestra”.
E’ stata subito intesa non soltanto musicale ma anche umana tanto che è stato più che naturale ritrovarci affiatati in questa impresa che ci sta dando grandi soddisfazioni> spiega il maestro Calabrese. annota non senza orgoglio il maestro Notarangelo.
Un gruppo ben assortito composto da Giuseppe Tucci primo violino (un vero enfant-prodige), Nunzio Balestrieri secondo violino, Erica Lo Mele viola, Savino Tucci violoncello, Martina Perretti flauto e ottavino, Mattia Vergura clarinetto, Nicola Calabrese fisarmonica, Michele Notarangelo pianoforte.
Alquanto vasto e variegato il repertorio che spazia dalle arie più note di opere liriche, alle melodie immortali della musica internazionale, passando dalle colonne sonore di film che hanno spopolato dal grande schermo.
Al momento l’AppulOrchestra è impegnata in una tournée in Puglia e Basilicata al termine della quale si esibiranno a Stoccarda in una serata organizzata nella sala concerti del Municipio dall’Ambasciata italiana in Germania per poi volare in Sud Corea per ten ere concerti a Seoul e Kwang Giù.

Michele Apollonio