Il Comune esprime la volontà di adesione al Distretto turistico del Gargano

Tale scelta ''è finalizzata alla esigenza di rivalutazione dell’ambito territoriale''
19 Dicembre 2015
Baia dei Mergoli, faraglioni
Baia dei Mergoli, faraglioni

Il Comune ha espresso la volontà di aderire al “Distretto turistico del Gargano” proponendo alla Regione Puglia di delimitarlo. Il territorio interessato coincide con l’intero territorio comunale. Dal 2011 possono essere istituiti nei territori costieri, con Decreto del Presidente del consiglio dei ministri, su richiesta delle imprese del settore che operano nei medesimi  territori,  previa  intesa  con  le Regioni  interessate, i distretti turistico-alberghieri con gli obiettivi di riqualificare e rilanciare l'offerta turistica a livello nazionale e internazionale, di accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori del distretto, di migliorare    l'efficienza nell'organizzazione e nella produzione dei  servizi, di  assicurare garanzie e certezze giuridiche  alle  imprese che  vi  operano  con particolare riferimento alle opportunità di investimento, di accesso al credito, di  semplificazione e celerità  nei rapporti con le pubbliche amministrazioni.

La delimitazione di questi distretti turistici è effettuata dalle Regioni d’intesa con il Ministero dell’economia e delle finanze e con i Comuni interessati. Alle imprese operanti all’interno dei distretti turistici si applicano le disposizioni agevolative in materia amministrativa, finanziaria, per la ricerca e lo sviluppo e, laddove non vi siano vincoli di natura urbanistica e paesaggistica, quelle che prevedono la “burocrazia zero”. Inoltre nei distretti turistici sono attivati sportelli unici di coordinamento delle attività delle Agenzie fiscali e dell’Inps, presso i quali le imprese del distretto definiscono tutte le questioni di competenza dei medesimi enti e possono presentare richieste e istanze, anche rivolte ad altre amministrazioni statali, nonché ricevere i provvedimenti conclusivi dei relativi procedimenti. Alla luce di tutte queste previsioni normative e in considerazione dei benefici che il territorio garganico può ottenere per le imprese e l’economia dall’adesione a tale iniziativa, finalizzata a riqualificare e rilanciare l’offerta turistica a livello nazionale ed internazionale e a creare un sistema di sviluppo in rete delle aree e settori del distretto, la giunta comunale guidata dal sindaco Michele Prencipe ha espresso la volontà di  aderire alla istituzione del “Distretto turistico del Gargano”. Tale scelta di costituire il Distretto turistico del Gargano è finalizzata alla esigenza di rivalutazione dell’ambito territoriale individuato, anche attraverso la creazione di forme aggregative di imprese e enti.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno