Al Mattinata Festival arrivano gli Uaragniaun

La formazione pugliese sarà in concerto domenica 26, con ingesso libero
25 Luglio 2015

Dalla Murgia con furore... dopo il jazz, domenica 26 Luglio al Mattinata Festival arrivano i pugliesi Uaragniaun il loro progetto Malacarn, che racconta le storie ancestrali del popolo delle pietre, le miserie e le nobiltà della civiltà contadina pugliese, grazie alla ricerca e alla voce potente di Maria Moramarco.

Uaragniaun

Il concerto, ad ingresso libero grazie al patrocinio e al contributo del Comune di Mattinata, avrà luogo a partire dalle ore 21.30 in via Giuseppe Guerra e fa parte degli eventi del Mattinata Festival 2015, targati MAD.
Il gruppo folk Uaragniaun, band di ispirazione etnica e popolare, con un progetto di ricerca e rivisitazione della musica del popolo delle pietre, con corde, fiati e tammorre, vede MARIA MORAMARCO alla voce e chitarra, LUIGI BOLOGNESE alle prese con chitarra e mandoloncello, SILVIO TEOT a percussioni, flauti, voce e poi NANNI TEOT con tromba e flicorno e MICHELE BOLOGNESE con mandola, mandolino e tammorre.


Malacarn è il titolo del concerto e prende il nome dal loro ultimo cd del 2012. “Un disco come il nostro non ha certo la pretesa di riscrivere la storia dell’Italia meridionale e neppure la velleità di emettere giudizi o sentenze - spiegano - ma “Malacarn” nasce invece dalla voglia di raccontare microstorie in musica, attraverso altri canti inediti dell’Alta Murgia e canzoni d’autore ormai dimenticate. Storie piccole, marginali, disperate e soffocate dal peso della “storia collettiva”, ma intense e sanguigne...”


Prossimo appuntamento sabato 1 agosto con il Festival Pane Vino e Note che prevede il concerto di Alain Caron, i fornai in piazza e, da mezzanotte, l'originale appuntamento con la silent disco.

Samantha Berardino
Ufficio Stampa MAD www.musicartdoing.com