I soldi delle indennità di sindaco e giunta destinati al welfare

Sempre più famiglie in gravi difficoltà economiche si rivolgono ai servizi sociali comunali
31 Gennaio 2015

Diversi nuclei familiari con minori si rivolgono sempre più spesso ai servizi sociali comunali per chiedere un intervento socio assistenziale urgente di tipo economico al fine di soddisfare le esigenze primarie. Sulla base di questa motivazione la giunta comunale ha stabilito di affidare all'assistente sociale del Comune la risorsa di duemila euro da prelevare sul fondo appositamente istituito con delibera del 13 giugno 2014 (che è di poco inferiore a diecimilaeuro) per i cosiddetti «interventi in ambito sociale ed associativo».

 

Il fondo è stato finanziato dalle indennità di funzione spettanti al sindaco Michele Prencipe ed ai componenti della giunta comunale non percepite volontariamente (mensilità di giungo e luglio 2014) ed accantonate per finalità sociali. Una scelta che va in direzione del welfare.

 

«Le situazioni evidenziate dai nuclei familiari richiedono da parte delle istituzioni» si legge nella delibera approvata dalla giunta municipale di Mattinata «un intervento immediato e di pronta soluzione che soddisfi i bisogni espressi, quali: acquisto di alimenti e di medicinali o pagamento di utenze primarie come energia elettrica e gas».

 

L'utilizzo della risorsa economica stanziata dovrà essere appositamente rendicontata con la descrizione degli interventi effettuati e l'indicazione dei soggetti beneficiari, fino all'esaurimento della risorsa assegnata e comunque entro il 31 dicembre 2015.

Fonte: Francesco Bisceglia
Gazzetta del Mezzogiorno