USD Matinum: una dimissione inaspettata

Michele Ciuffreda lascia e scrive una lettera al club in cui spiega le motivazioni
11 Luglio 2014
Michele Ciuffreda
Michele Ciuffreda

Situazione sempre da decifrare, quella in casa rossonera. Un altro colpo potrebbe essere letale per il futuro della compagine di Mattinata che dovrebbe partecipare al campionato regionale di seconda categoria: si è dimesso Michele Ciuffreda, vera mente della società.

"Comunico le mie dimissioni dalla società - scrive Ciuffreda. Sono ormai troppi anni che sono alla guida di questa associazione sportiva e ultimamente per vari problemi non ho ne più il tempo e ne più la voglia di affrontare una Stagione Sportiva. Voglio ringraziare - continua Ciuffreda - tutti i dirigenti il presidente Matteo Ciuffreda che in questi anni mi hanno aiutato nella gestione e nell'organizzazione, tutti gli sponsor e tutti gli amici (non molti) che con le loro offerte ci hanno permesso di andare avanti, un ringraziamento speciale a Ciccillo della Maricoltura, a Carletto Mantuano che più di tutti ci hanno dato un grosso aiuto. Voglio ringraziare alcuni dei tanti giocatori che hanno vestito la maglia rosso nera, i veterani Francesco Bisceglia, Giuseppe Salcuni, Giulio di Carlo, Luigi Fischetti, Salvatore Cassa, Giovanni Rignanese, il mio pupillo Gianfranco Ciociola, i baby Lorenzo Mantuano, Francesco Di Mauro, Francesco Ciuffreda, il mio amico Matteo Rinaldi e Michele Azzarone".

L'orizzonte, dunque, resta cupo per i rossoneri che dovrebbero iscriversi (il condizionale è d'obbligo a questo punto) al prossimo torneo di seconda categoria. E il rischio è che sia solo l'inizio dell'ennesima "calda" estate. Anche i tifosi più ottimisti si sono stancati di aggrapparsi alle speranze per puntare a un futuro migliore.

Altra giornata senza sussulti in città per le sorti della società calcistica. Ma esiste ancora quel sottile filo di speranza per raddrizzare una situazione non ancora del tutto compromessa. Per questo motivo la piazza spera che nei prossimi tutto possa volgere verso il verso sperato. Per quanto riguarda i giocatori, tante sono le richieste dei vari pezzi pregiati, ma anche qui al momento tutto è congelato.

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno