#CaroSindacoTiChiedo: domanda 14

A proposito di... INCIVILTA' STRADALE
19 Maggio 2014

Auto su strisce pedonali, divieti di sosta/accesso non rispettati, gare d'auto notturne lungo il corso e tanto altro. Come intende eliminare l'"inciviltà stradale" che contraddistingue Mattinata?

 

Pierpaolo Fischetti (Lista Civica "Per il Bene di Mattinata")
Molto semplice: dotando in primis il Corso Matino di un nuovo sistema informatico di rilevazione targhe (e quindi successivamente di sanzioni pecuniarie per le corse stradali). Per l'inciviltà  cronica di alcuni di noi (oltre a non accettare più "raccomandazioni" in merito a diverse "multe", sarebbe utile una campagna pubblicitaria per i più indisciplinati: nessuno più sarebbe tentato di fare brutte figure in tal senso...

 

Roberto Martino (Lista Civica "Mattinata in Movimento")
Collaborando a 360 gradi con tutte le forze di polizia presenti sul territorio e coinvolgere la popolazione al rispetto delle regole del vivere civile. Utilizzare ed  implementare i dissuasori stradali.

 

Lucio Roberto Prencipe (Lista Civica "Scelgo Mattinata")
Sul problema dell’inciviltà  stradale, è necessario preliminarmente sviluppare una forma di cultura della legalità  più diffusa, che coinvolge tutti noi cittadini. Sarà coordinato un più attento e imparziale controllo ad opera della polizia urbana e dei carabinieri, che potranno meglio fruire per il  monitoraggio ed il sanzionamento del fenomeno, del sistema di video sorveglianza esistente lungo tutta la direttrice di Corso Matino.

 

Michele Prencipe (Lista Civica "Mattinata Riparte")
Questi esempi di “inciviltà  stradale” preoccupano sempre di più la cittadinanza. Pur prendendo atto che con gli attuali vigili si riescono a malapena a coprire i vari turni giornalieri, bisognerà  contrastare il fenomeno con il contributo anche degli altri corpi armati con competenza in materia, oltre a concertare con lo stesso corpo dei vigili una maggiore collaborazione e coordinamento. Per raggiungere il risultato sarà  utile oltre ad un effettivo funzionamento della videosorveglianza, anche il concorso della cittadinanza e la spinta culturale delle agenzie educative, a partire dalla scuola, con progetti finalizzati all'educazione motoria e stradale, all’educazione alla mobilità sostenibile, al rispetto e la cura del patrimonio naturale e urbano, all’educazione alla convivenza democratica.