#CaroSindacoTiChiedo: domanda 19

A proposito di... COMPENSI DELLA PROSSIMA AMMINISTRAZIONE
21 Maggio 2014

Il sindaco vincente quale compenso si assegnerà? Quanti assessori nominerà e con quale compenso? Si pensa di dover far ricorso anche a qualche consigliere delegato?

 

Pierpaolo Fischetti (Lista Civica "Per il Bene di Mattinata")
NESSUN COMPENSO PER ALCUNA FIGURA POLITICO-AMMINISTRATIVA: i soldi delle nostre indennità - circa € 120.000/00 all'anno - saranno destinati per il bene del nostro Paese (prima di noi mai nessuno ha pensato di fare tale proposta, anzi: il passato sindaco Prencipe, pur promettendo in campagna elettorale il contrario, percepiva 2 stipendi: l'intero stipendio di cancelliere e l'intera indennità da sindaco prevista, ovvero il 50% dello stipendio del sindaco !!!); detti soldi saranno utilizzati per le piazze, i giochi, l'asilo, gli anziani, i servizi sociali, il lavoro, ecc.; gli assessori saranno quelli previsti per legge e certamente ci saranno consiglieri delegati affinché tutti gli eletti partecipino al governo di Mattinata. Di certo non assegneremo prebende agli amici degli amici, non destineremo eur(i) 125.000/00 a consulenze o collaboratori né nomineremo presidente del Nucleo di valutazione il fratello del consigliere capogruppo (come i fratelli Santamaria del Partito Democratico).

 

Roberto Martino (Lista Civica "Mattinata in Movimento")
Il sindaco e gli assessori percepiranno il compenso previsto assicurando la presenza .....il duro lavoro e l'impegno devono essere premiati.

Lucio Roberto Prencipe (Lista Civica "Scelgo Mattinata")
Il sindaco della Lista SCELGO MATTINATA percepirà l'indennità prevista per legge, circa € 1700,00 mensili. Gli assessori saranno quelli previsti dalla normativa in numero di 4, percepiranno l'indennità del 60% rispetto a quella del sindaco, all'incirca 900,00 euro mensili. La lista SCELGO MATTINATA avrà dei consiglieri delegati per materia.

 

Michele Prencipe (Lista Civica "Mattinata Riparte")
I costi della politica a Mattinata dovranno diminuire. Lo impone anche l'attuale crisi che vede tanti concittadini in situazioni di grave disagio economico. Il Comune non potrà più permettersi di spendere circa 24.000,00 euro all'anno per i collaboratori del sindaco, come purtroppo è accaduto dal 2010. Per sindaco e assessori (quattro, come permette la legge, in modo da garantire una sana collegialità e non invece decisioni di ambito ristretto come in una giunta con soli due assessori) si dovrà pensare ad una riduzione delle indennità attuali. Come primo provvedimento della mia giunta, vi sarà la creazione di un fondo economico esterno finanziato con la rinuncia alle prime due indennità del sindaco e degli assessori che garantirà un'immediata capacità di spesa per interventi legati al sociale, all'associazionismo, al disagio, il cui utilizzo sarà deciso da un Tavolo di concertazione con le diverse categorie e realtà associative. Si, è giusto ricorrere alla delega per i consiglieri