Lucio Roberto Prencipe si ricandida: ecco le ragioni della sua decisione

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comunicato stampa
10 Aprile 2014
Lucio Roberto Prencipe
Lucio Roberto Prencipe

Sabato 5 aprile Lucio Roberto Prencipe ha ufficializzato la sua ricandidatura alle prossime amministrative alla guida della lista civica “Scelgo Mattinata”: una decisione frutto di una riflessione sia sugli ultimi avvenimenti che hanno minato il mandato, conclusosi con un anno di anticipo, e sia sul lavoro fatto in 4 anni di amministrazione: “c'erano ragioni di amarezza per terminare la mia esperienza -spiega- ed altre per continuare: alla fine sono prevalse queste ultime, a partire dal senso di responsabilità, perché  un mandato bruscamente interrotto è come  un lavoro lasciato a metà, un lavoro costato sacrifici ed impegno, con il rischio di deludere i tanti cittadini che mi hanno sostenuto  e  quanti chiedono ancora un mio impegno". 

Prencipe si lancia in questa nuova sfida con quali armi?
Mi sento rafforzato dall’esperienza amministrativa maturata e dalla consapevolezza degli errori commessi e di qualche situazione -ammette- che si poteva gestire meglio. La lista civica “Scelgo Mattinata” è supportata da quelle componenti che nei 4 anni precedenti hanno saputo assumere fino in fondo  la responsabilità di governare la città, ed  arricchita da volti nuovi e da nuove energie e competenze: una squadra non condizionata dall’opportunismo, fortemente votata alla ricerca del bene comune; un gruppo che dovrà, all’insegna dell’affidabilità,  consentire alla nostra lista il completamento di un programma  che non contiene promesse facili o illusioni, ma soluzioni concrete in grado di consolidare lo scenario economico e sociale della nostra città”.

Nei quattro anni di amministrazione non sono mancate criticità finanziarie: come le avete affrontate?
Abbiamo lavorato ad un concreto risanamento del bilancio, aggravato dai tagli drastici subiti nei  trasferimenti statali che hanno spostato sui comuni, quindi sui sindaci in particolare il peso e  la responsabilità di agire sulla pressione fiscale, creando di conseguenza malcontento tra i cittadini. La crisi, che cinque anni fa era finanziaria, è diventata nel frattempo crisi economica, fino a divenire oggi vera e propria crisi sociale: il perno della nostra proposta parte da questa analisi che ci sprona a prevedere e cercare ogni soluzione possibile per  alleviare la sofferenza delle famiglie, incentivare le attività commerciali, creare occupazione”.

La continuità amministrativa è una carta da giocare?
Il lavoro fatto in quattro anni è ampiamente dimostrabile: nuove infrastrutture, nuovi servizi per la socialità, per gli anziani e per i disabili, decine e decine di opportunità di lavoro in arrivo nell'ambito di una progettualità a 360 gradi e l’impegno a cogliere nuovi e ulteriori finanziamenti. Con questi presupposti, mi rimetto al servizio della comunità mattinatese e mi ricandido con credenziali chiare, come persona determinata e concreta che garantisce il proprio impegno nell’interesse esclusivo dei cittadini e non contro qualcuno. Sono nato e cresciuto a Mattinata, ho la forza delle mie radici del mio vissuto e ho le motivazioni necessarie per proseguire l’impegno da primo cittadino di cui sono stato e sarò onorato”.

Fonte: Anna Maria Vitulano