Il prefetto nomina per Mattinata un subcommissario che affiancherà il vice prefetto Carmela Palumbo

Intanto il commissario prefettizio riorganizza la macchina comunale con conferme e cessazioni
23 Febbraio 2014
Carmela Palumbo
Carmela Palumbo

Completato il team prefettizio che gestirà da qui alle elezioni di fine maggio il Comune garganico. Il prefetto di Foggia Luisa Latella ha nominato infatti come sub commissario il funzionario Mirella Abate, che nella prefettura foggiana si occupa di appalti e contratti.
Abate collaborerà con il viceprefetto aggiunto Carmela Palumbo, che ha già preso le redini del Comune di Mattinata dal 12 febbraio scorso, giorno successivo al venir meno delle funzioni di consiglio, sindaco e giunta a seguito delle contestuali dimissioni di dieci consiglieri comunali (Giuseppe Aulisa, Pierpaolo Fischetti, Raffaele d’Apolito, Michele De Vita, Raffaele Latino, Angelo Perna, Francesco Paolo Prencipe, Giuseppe Prencipe, Michele Prencipe, Antonio Sacco) nelle mani del notaio Francesco Maria Carrano.
In questo modo, con la duplice presenza del commissario e del sub commissario sarà meglio garantita la presenza continuativa sul municipio dell’organo di amministrazione straordinario che, come si sa, assomma in sé le funzioni normalmente spettanti a sindaco, giunta e consiglio comunale.
Il Commissario prefettizio Carmela Palumbo, dopo aver proceduto alla nomina del revisore dei conti nella persona di Benedetto Corvino, in precedenza estratto a sorte tra i nominativi dei revisori contabili abilitati, ha pure messo mano alla macchina organizzativa comunale. Sono stati infatti emanati diversi decreti di nomina di responsabili dei vari settori.
Confermati il funzionario Francesco Esposito come vicesegretario comunale e responsabile degli affari generali. Al settore economico finanziario è stato confermato il funzionario Michele Minuti così come alla Polizia locale e al commercio il capitano Michele Mumolo (che continuerà pure ad avere la rappresentanza del Comune nei giudizi in materia di contravvenzioni). L’ingegnere Giuseppe Tomaiuolo, già responsabile dell’urbanistica, d’ora innanzi avrà anche la titolarità dei lavori pubblici, non avendo il commissario confermato il contratto a tempo determinato con l’architetto Michele Longo. Dal 12 febbraio poi hanno cessato le loro funzioni tutti gli appartenenti all’ufficio di staff dell’ex sindaco Lucio Roberto Prencipe, per il quale vi è una contestazione da parte della Procura regionale preso la Corte dei Conti di danno erariale in riferimento ad alcuni incarichi, così come ha cessato le funzioni il titolare del Nucleo di valutazione.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno